Guerra nella Lega di Salvini, ‘pizzino’ di Aida a Mazzuto: le poltrone si conquistano, a casa chi se le fa regalare

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La capogruppo in Consiglio non gradisce le dichiarazioni dell’assessore esterno in merito all'idea di primarie del centrodestra e ‘rilancia’ sui social postando anche la foto di un asino che raglia


CAMPOBASSO. Una foto con un asino che raglia e poche righe che sanno di ‘pizzino’. Insomma, niente a che vedere con San Valentino!

Aida Romagnuolo non deve aver gradito le dichiarazioni rilasciate ieri dal coordinatore regionale della Lega, Luigi Mazzuto, assessore esterno nella Giunta Toma. Alla sua richiesta di primarie nel centrodestra per l’individuazione dei candidati sindaci, Mazzuto (senza fare mai il nome della capogruppo) ha semplicemente chiuso ogni trattativa. Non è un tema in discussione.

La Lega non è il partito degli eletti ma il partito che lavora con gli eletti per il territorio, il discorso in estrema sintesi fatto ieri da Mazzuto nel corso della ‘prima’uscita ufficiale sul tema della Comunali a Campobasso. “ Si tratta di un partito strutturato: chi viene candidato firma l’accettazione e ne sposa le regole e i principi. Se una volta eletti ognuno fa di testa propria, allora non è la Lega. Agli eletti compete solo il ruolo di dare risposte al territorio” ha detto il coordinatore regionale a precisa domanda sull’ipotesi primarie sulla quale non c’è nemmeno la condivisione del presidente della Regione, però.

Per tutta risposta oggi, Aida Romagnuolo ha ‘postato’ sulla sua pagina Facebook la foto di un asino con un testo che di fatto è una risposta, anche questa senza nomi, alle dichiarazioni del suo coordinatore regionale.

“Le poltrone si conquistano con il lavoro nel e sul territorio, con i rapporti con i cittadini, con i voti e soprattutto facendosi eleggere. E non facendosele regalare. Quindi, chi non è stato eletto, sappia che presto dovrà andare a casa” ha scritto la Romagnuolo.

E’ evidente che ancora non sia stata digerita la scelta di attribuire un ruolo nell’Esecutivo al coordinatore regionale della Lega in qualità di assessore esterno. La stessa Romagnuolo ha dichiarato che la richiesta di ‘cedere’ il posto a Mazzuto, subito dopo la vittoria elettorale dell’aprile scorso, arrivò proprio da Matteo Salvini che le chiese, gentilmente, di farsi da parte.

Uno strappo, quello in atto da mesi nella Lega molisana, che appare davvero difficile da ricucire.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings