Accordo di confine per il Santissimo Rosario: Tedeschi incontra il commissario alla sanità

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per chiedere di riportare nell’ospedale di Venafro servizi essenziali, quali il Pronto soccorso e la Rianimazione. Aperture importanti, da parte di Angelo Giustini e Ida Grossi


CAMPOBASSO. Riportare in vita il ‘Santissimo Rosario’, grazie a un Accordo di confine tra le Regioni Molise e Campania, per trasformare l’ospedale di Venafro in un presidio di area vasta, dotato di servizi essenziali, quali il Pronto soccorso e la Rianimazione.

Con questo obiettivo il consigliere regionale Antonio Tedeschi ha incontrato oggi il commissario e il sub commissario alla Sanità. Ad Angelo Giustini e Ida Grossi l’esponente dei Popolari per l’Italia ha illustrato tutti i dettagli del lavoro portato avanti negli ultimi mesi e ha rimarcato l’importanza del presidio, storico punto di riferimento per un bacino di utenza molto ampio.

“Parliamo di quasi centomila persone - ha evidenziato Tedeschi alla struttura commissariale - In passato si sono serviti del Santissimo Rosario i cittadini dell’area venafrana, della Valle del Volturno, dell’Alto Casertano e del Basso Lazio. Restituire a queste popolazioni il loro punto di riferimento è un dovere – ha aggiunto - e l’importanza di questa iniziativa è sancita dal pieno sostegno ottenuto dagli amministratori di questi territori che, in massa, hanno risposto al mio appello, firmando un documento che impegna le due Regioni, Molise e Campania appunto, a fare il possibile per il raggiungimento dell’Accordo di Confine. Quaranta Comuni delle province di Isernia e Caserta hanno deliberato in tal senso”.

Delibere che, dopo essere state affidate al governatore Toma e al presidente della Commissione Sanità della Regione Campania, Stefano Graziano, sono state consegnate questa mattina nelle mani nel commissario Giustini e del sub-commissario Grossi. “Ora ci aspettiamo impegno e risposte concrete - ha commentato Tedeschi - se lo aspettano i cittadini di quella vasta area. Auspico pertanto che i commissari possano dare seguito alla manifestata intenzione di porre in essere una sanità più vicina al cittadino, garantendo una efficiente rete di emergenza-urgenza sul territorio”.

L’Accordo di Confine tra Molise e Campania va proprio in questa in direzione. Riportare a Venafro Pronto Soccorso e Rianimazione, ha puntualizzato Tedeschi, oltre a garantire maggiore tranquillità ai cittadini, consentirebbe anche di decongestionare il reparto di Pronto Soccorso dell’ospedale di Isernia.

“Dalla struttura commissariale, che ringrazio per avermi ricevuto – il commento dopo l’incontro -  sono arrivati interessanti segnali di apertura. Prima di tutto la promessa di analizzare accuratamente la questione, nonché la disponibilità ad interloquire con la Regione Campania. Una cosa è certa: non dovranno esserci mezze risposte, o soluzioni tampone. Lavoriamo ad un concreto ripristino del Pronto Soccorso e di tutti i servizi ad esso collegati”.

Nella riunione con i Commissari, infine, il consigliere ha inteso affrontare anche la questione relativa all’ospedale di Agnone e alle numerose criticità da risolvere. “A breve - ha concluso Tedeschi - chiederò alla struttura commissariale un nuovo incontro per fare il punto della situazione. Nel frattempo mi relazionerò con il governatore Toma, insieme al quale sto portando avanti queste iniziative”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Change privacy settings