Trasporto pubblico, Niro ‘accerchiato’. Testamento (5 Stelle): è rimasto mai senza stipendio come gli autisti?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La portavoce alla Camera dei Deputati ‘rimprovera’ l’assessore, come hanno fatto ieri anche i pentastellati del Consiglio regionale. Il titolare della delega regionale sulla graticola per la polemica sulla distribuzione dei fondi per il tpl, per l’atteso bando per il gestore unico e per i ritardi nell’erogazione delle retribuzioni del personale



CAMPOBASSO. Il Movimento 5 Stelle ‘accerchia’ l’assessore Vincenzo Niro. Sui fondi per il trasporto pubblico locale si è accesa la miccia. E questa volta l’attacco al componente dell’Esecutivo Toma arriva dalla portavoce alla Camera, Rosa Alba Testamento che ‘punzecchia’ Niro.

“L’assessore ha messo a confronto alcune regioni ritenendole di uguale superficie e ciò non è corretto, in quanto Basilicata, Umbria e Marche hanno un’estensione doppia del Molise e le altre regioni da lui citate sono rispettivamente il triplo (Campania) e il sestuplo (Lombardia) della superficie molisana ed hanno un volume di traffico maggiore. Senz’altro Molise e Basilicata nella tabella di distribuzione dei fondi del trasporto pubblico locale risultano fanalino di coda.

Ma, poiché i criteri adottati nella distribuzione dei fondi sono in vigore da vari anni, chiedo all’assessore come mai nella precedente legislatura come Presidente del Consiglio regionale e potendo contare anche su un governo nazionale pure di centrosinistra, non si è adoperato per migliorare tali criteri? Inoltre, come mai si è opposto alla proposta di revoca delle concessioni?

Utilizzi il suo tempo e il suo ruolo, peraltro pagato profumatamente dai cittadini, non per fare polemiche pretestuose ma per lavorare e contribuire a un trasporto pubblico locale più efficiente.

Io senz’altro mi adopererò affinché vi sia, in futuro, una percentuale maggiore di fondi destinati al Molise”.

La parlamentare molisana ‘approfitta’ dell’oggetto della diatriba per rimarcare, come hanno fatto ieri anche i portavoce del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale, il mancato (ad oggi) bando per il gestore unico.

“Se ha veramente a cuore l’interesse dei cittadini molisani e dei lavoratori, l’assessore pubblichi entro marzo il bando per il gestore unico del trasporto pubblico extraurbano, che peraltro continua solo a promettere, al pari dei suoi predecessori. Faccia in fretta perché sulla base dell’ultimo Decreto Semplificazione, recentemente approvato, chi non procede all’espletamento delle gare andrà incontro a forti penalizzazioni. Colgo, quindi, l’occasione per invitare l’assessore Niro a un maggiore e più efficace impegno, affinché gli autisti, che ‘con tanta cortesia e disponibilità’ ha incontrato lo scorso agosto, vengano retribuiti in maniera puntuale in modo che non siano più costretti a ricorrere alle vie legali per poter ottenere gli arretrati o alle banche per far fronte alle spese familiari. L’assessore è mai rimasto senza stipendio a fine mese?”.

La ‘patata bollente’ è servita.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings