Isernia, centrodestra pronto a spartirsi le poltrone al Comune

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Big di partito in riunione per la composizione di una lista unica per le Provinciali, da depositare entro lunedì 4 marzo, che rispecchierà la coalizione delle Regionali. Indicata la strada per superare la crisi al Comune: azzerare Giunta e presidenza del Consiglio e redistribuire i posti tra gli alleati


di Pasquale Bartolomeo

ISERNIA. Una lista unica alle Provinciali di Isernia, a dimostrazione della forza e del buono stato di salute della coalizione. E una soluzione condivisa da offrire al sindaco Giacomo d’Apollonio per uscire dall’impasse in cui è finito dopo l’ultimo Consiglio comunale, l’8 febbraio scorso.
Doppio tavolo di lavoro, ieri sera nel capoluogo pentro, per i vertici del centrodestra molisano. Alla presenza dell’onorevole di Forza Italia Annaelsa Tartaglione, degli assessori regionali Roberto Di Baggio (Fi), Vincenzo Niro (Popolari) e Luigi Mazzuto (Lega), dei consiglieri regionali Michele Iorio e Andrea Di Lucente, del capogruppo di Forza Italia al Comune di Isernia Raimondo Fabrizio, del vicesindaco pentro Cesare Pietrangelo e altri esponenti locali della coalizione, si è discusso della strategia politica da tenere per il rinnovo del Consiglio provinciale, con le liste che dovranno essere presentate entro lunedì prossimo, 4 marzo, alle ore 12.

Dalla riunione, aggiornata a domani, 28 febbraio, per limare i dettagli, sarebbe già scaturita un’intesa di massima che rispecchia la composizione della coalizione alle ultime Regionali 2018. Il centrodestra, quindi, presenterà una lista unica da 10 aspiranti consiglieri provinciali con 3 candidati in quota Forza Italia, 2 per i Popolari, 2 per Fratelli d’Italia (partito con il quale oggi, a livello regionale, flirta Michele Iorio), 1 per l’Udc, 1 per la Lega e 1 per Orgoglio Molise. La lista sarà composta anche da candidate del gentil sesso, ancora da individuare vista la ‘composizione’ degli uscenti, totalmente al maschile. E proprio tra i consiglieri in scadenza potrebbe esserci qualcuno pronto a saltare un giro, rinunciando così al secondo mandato a Palazzo Berta e dando spazio ad altri colleghi di partito.

Da registrare, sempre tra i consiglieri in scadenza, che Roberto Di Pasquale e Mike Matticoli, attualmente a sostegno del presidente Lorenzo Coia ed eletti in quota centrosinistra, questa volta figurerebbero tra i papabili del centrodestra. Ciò, in quanto i due sono entrambi referenti sul territorio dell’assessore regionale Di Baggio, passato dall’aprile scorso con Forza Italia.

Coalizione al lavoro anche per tentare di superare la crisi al Comune di Isernia. Tra i convenuti, l’orientamento condiviso sarebbe quello di suggerire al sindaco di azzerare la Giunta e la presidenza del Consiglio per ripartire così ex novo e tenere in considerazione i nuovi equilibri creatisi in assise. Una spartizione degli assessorati secondo il manuale Cencelli insomma, che a questo punto il sindaco Giacomo d’Apollonio sarà quasi obbligato a seguire, se vorrà dormire sonni tranquilli.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale