Animali come ‘sentinelle della salute’: in Molise un progetto pilota sul Registro tumori

Animali come ‘sentinelle della salute’: in Molise un progetto pilota sul Registro tumori

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per mettere in correlazione, a tutti i livelli, le patologie sviluppate in regione. Il progetto presentato oggi a Campobasso, dal governatore Toma, dai vertici dell’Asrem e dai ricercatori che lo seguiranno



CAMPOBASSO. Gli animali come ‘sentinelle’ di eventi che potrebbero mettere a rischio la salute umana, soprattutto in relazione all’inquinamento.

Nasce da questa convinzione il ‘Progetto pilota per l’istituzione del registro dei tumori animali nella Regione Molise’. Un progetto ambizioso, che vede Regione e Asrem avvalersi di collaborazioni importanti, presentato oggi dal governatore Donato Toma e dai vertici dell’Asrem, il direttore generale Gennaro Sosto e il direttore amministrativo Antonio Forciniti.

Al tavolo dei relatori anche Antonio Giordano, direttore dello ‘Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine’ della Temple University di Philadelphia, noto per essere in prima fila negli studi sulla ‘Terra dei fuochi' in Campania, e Orlando Paciello, dell’Università Federico II di Napoli, che ha patrocinato la ricerca.

Il modello seguito è quello della salute in tutte le politiche. Con un approccio integrato, Registro tumori umani e Registro tumori animali, per cercare di comprendere i fattori scatenanti dei carcinomi. L’inquinamento innanzitutto, come ha detto Giordano. E poi i contaminanti ambientali. 

“Si tratta di un’iniziativa importante, per la quale vale la pena spendere impegno e finanziamenti - ha detto Toma – sappiamo bene che ci sono aree della nostra regione dove l’incidenza di patologie tumorali è più alta, per l’esposizione alle fonti di rischio. Oltre a questo progetto pilota, che riguarda le malattie degli animali, abbiamo anche il Registro tumori della popolazione molisana, che abbiamo tenuto a lungo fermo, in attesa della nomina del commissario alla sanità, per poi intervenire con un provvedimento di Giunta”.

“Una iniziativa di carattere nazionale per il piccolo Molise - ha rimarcato Gennaro Sosto – anche nell’ottica di una prevenzione diffusa sul territorio”. La banca dati che sarà realizzata, in collaborazione con i veterinari della Regione, consentirà di analizzare un’ampia casistica. Per far seguire alla ricerca le fasi della prevenzione e quindi della cura.

C.S.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy