Isernia, ipoteca dei Popolari su Finmolise: Azzolini verso la presidenza

Isernia, ipoteca dei Popolari su Finmolise: Azzolini verso la presidenza

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

L’ex dirigente della Provincia pentra ha tutti i titoli per occupare l’ambita poltrona della finanziaria regionale. Il suo nome, sostenuto da Vincenzo Niro, sarebbe condiviso anche dall’ala forzista facente capo a Roberto Di Baggio, con il quale è stata sancita un’alleanza per le Provinciali del 24 marzo con obiettivo principale il Comune di Isernia



ISERNIA. Nel grande gioco delle nomine, congelato da mesi dal governatore Donato Toma, prende quota l’ipotesi che vedrebbe la presidenza della finanziaria regionale Finmolise finire in quota ai Popolari per l’Italia. Sarebbe dunque l’assessore Vincenzo Niro a poterla spuntare sui tanti pretendenti del centrodestra, con la casella più importante che potrebbe essere occupata da Salvatore Azzolini, non appena l'argomento arriverà in Consiglio regionale.

Consigliere al Comune e alla Provincia di Isernia, eletto nelle file di ‘Insieme per il Molise’ - la lista di Michele Iorio che conquistò ben 12 seggi alle amministrative 2016 e di cui fu nominato capogruppo - Azzolini ha successivamente preso le distanze dall’ex governatore per transitare nelle file dei Popolari per l’Italia.
La sua figura potrebbe essere quella giusta per l’ambita poltrona di presidente del Consiglio d’amministrazione di Finmolise: il suo profilo, infatti, corrisponde in pieno ai requisiti richiesti dalla legge regionale n. 28 del 2003 (Nuova disciplina della società finanziaria regionale del Molise).

Ciò, in quanto l’articolo 11 della norma stabilisce che “il presidente del Consiglio di amministrazione è nominato con decreto del presidente della Giunta regionale, su conforme deliberazione della Giunta stessa. Deve essere scelto secondo criteri di professionalità, competenza e onorabilità fra persone che abbiano maturato per almeno un quinquennio un’esperienza attraverso l'esercizio di funzioni amministrative o dirigenziali presso enti pubblici o pubbliche amministrazioni aventi attinenza con il settore creditizio, finanziario, mobiliare o assicurativo, ovvero presso enti pubblici o pubbliche amministrazioni che non abbiano attinenza con i predetti settori, purché le funzioni comportino la gestione di significative risorse economiche-finanziarie”. E il dottor Azzolini - che da giovane ha ricoperto la carica di assessore comunale alle Finanze e al Personale della città di Isernia per cinque anni consecutivi - è stato per lunghi anni dirigente del settore amministrativo e legale dell’amministrazione provinciale pentra.

toma niro di baggioPotrebbe dunque non essere un caso che l’esponente dei Popolari, consigliere uscente in via Berta, abbia deciso di non ricandidarsi: all’orizzonte, per lui e il suo referente regionale, potrebbe esserci un incarico di prestigio che coronerebbe a dovere una carriera professionale invidiabile. L’accordo che lo porterebbe a capo di Finmolise troverebbe l’avallo anche dalla sponda forzista rappresentata dall’assessore pentro Roberto Di Baggio: non è un mistero che questi e Niro abbiano messo insieme le forze, a Isernia, per presentare una lista estremamente competitiva alle Provinciali del 24 marzo, dimostrando unità di intenti anche con ‘vista’ su Palazzo San Francesco, dove è in atto una crisi che potrebbe sfociare quanto prima in un rimpasto.

In tal caso, Azzolini si chiamerebbe sicuramente fuori dal valzer degli assessorati da riassegnare. Ma Niro e Di Baggio potrebbero fare comunque incetta di poltrone al Comune, dando così al sindaco Giacomo d’Apollonio nuovamente i numeri per governare fino a fine consiliatura. Per poi avere la forza di esprimere anche un 'loro' candidato sindaco: magari in quota Di Baggio, stavolta.

FinMolise, Provincia e Comune, insomma: tre tavoli dove i due big regionali del centrodestra si preparano a dettare legge e a piazzare i propri uomini chiave.

Pba

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale



Privacy Policy