Isernia, il Comune abbassa la tassa sui rifiuti: tutti gli sconti previsti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

UTENZE NON DOMESTICHE. Significative le riduzioni anche per le attività commerciali, industriali, artigianali, professionali, strutture pubbliche, onlus, ospedali, impianti sportivi, ecc. Stando alle modifiche introdotte nel Regolamento Iuc, la tariffa del tributo per i locali diversi dalle abitazioni e aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo ma ricorrente verrà ridotta del 30 per cento, a condizione che l’utilizzo non superi 183 giorni nel corso dell’anno solare e che tali condizioni risultino dalla licenza o da altra autorizzazione amministrativa rilasciata dagli organi competenti.

ASSOCIAZIONI ONLUS. Per le utenze non domestiche intestate ad associazioni con scopo di assistenza e beneficenza, riconosciute tali ai sensi di legge, stabilita una riduzione del 10 per cento della quota fissa della tariffa, rivolta a categorie sociali bisognose.

NUOVE ATTIVITÀ. Mentre per le nuove attività commerciali e professionali che si insediano sul territorio comunale ci sarà un’esenzione totale per il primo anno di attività/iscrizione all’albo professionale e una riduzione del 50 per cento della tariffa per l’anno successivo.

750 8743 1200pxNO SLOT. Il Comune ha infine programmato una riduzione per i pubblici esercizi che dismettono totalmente le slot machine presenti nei propri locali da almeno 24 mesi: in tal caso, Tari meno cara del 50 per cento nella quota fissa.

DIVIETO DI CUMULO. Laddove, in capo al contribuente, ricorrano contemporaneamente le condizioni per la fruizione di più riduzioni o agevolazioni, troverà applicazione quella maggiormente favorevole per il cittadino, ma tale divieto di cumulo non avrà valore qualora ricorrano contemporaneamente anche le condizioni per la fruizione di benefici riconosciuti in caso di presenza di minori.

Tali politiche fiscali troveranno applicazione, sottolinea infine il sindaco, previa verifica della regolarità nell’assolvimento degli obblighi tributari, delle imposte, delle tasse e delle altre entrate di competenza comunale. Aspetto importante da considerare: la parte che un soggetto non paga in quanto avente diritto alla scontistica non viene ripartita nel piano finanziario, ma sostenuta a carico del bilancio attraverso il prelievo da altre entrate tributarie.

Un bel segnale, insomma, per una città che paga i conti ogni giorno con un depauperamento demografico ed economico sociale che non stenta a finire.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale



Change privacy settings