Comunali, centrosinistra in conclave. Nuovo summit Pd-Io amo Campobasso

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il segretario Facciolla ha incontrato ieri i rappresentanti dei partiti della coalizione di centrosinistra, disponibili ad un’ampia convergenza sul programma ma impegnati per tutti i 59 Comuni dove si vota. Questa sera nuovo confronto con ‘Io amo Campobasso’ e spunta il ‘caso Di Niro’: non smentiti i contatti con il centrosinistra ma resta fra i papabili a sindaco del centrodestra


CAMPOBASSO.   Dialogo aperto con tutti i partiti della coalizione di centrosinistra e con i movimenti civici che si posizionano, per i temi e le proposte, all’interno dello schieramento. Il Partito Democratico incontra di nuovo i referenti di ‘Io amo Campobasso’ nel tardo pomeriggio in vista della riunione del circolo cittadino che si terrà domani e dell’assemblea regionale convocata per venerdì sera.

Ieri sera il tavolo del centrosinistra, aperto ai riferimenti dei partiti storici come Socialisti, Radicali, +Europa, Centro Democratico, Italia dei Valori, Mdp, Sinistra Italiana e Federazione dei Comunisti. E’ lo stesso segretario del Pd, Vittorino Facciolla, a informare circa l’esito dell’incontro.

“I referenti dei partiti hanno deciso di valutare l’impegno ad una più ampia convergenza programmatica per le prossime amministrative che interesseranno 59 comuni molisani chiamati alle urne” spiega in una stringata nota stampa.

Insieme, quindi, e non solo per le Amministrative di Termoli e Campobasso ma per tutti i comuni che si recheranno al voto il prossimo 26 maggio. Felice Di Donato (+Europa e Centro Democratico) Francesco Totaro (Mdp), Vincenzo Notarangelo (Sinistra Italiana), Marcello Miniscalco (Socialisti), Nicola Macoretta e Giancarlo Cimorelli (Radicali Molise) hanno confermato il medesimo impegno, dall’amministrazione più piccola a quella più popolosa.

Il centrosinistra però guarda con interesse, è ormai un dato di fatto, anche ai movimenti civici. Spunta di nuovo il nome di Corrado Di Niro, che avrebbe già avuto un primo colloquio con Facciolla ma negli ambienti di centrodestra viene addirittura indicato come papabile alla carica di primo cittadino. Un ‘problema’ in famiglia quindi visto che il fratello Gaetano, storicamente posizionato nel centrosinistra.

E questa sera il secondo appuntamento con i referenti di ‘Io amo Campobasso” per ragionare ancora: di certo si parlerà di temi e di proposte programmatiche sulle quali un gruppo di 90 firmatari del documento (al momento sottoscritto da oltre 600 persone) sta lavorando alacremente. Un argomento, quello dell’importanza del programma di governo, avvertito profondamente dal movimento civico che è di certo la vera novità del panorama politico locale. Ma c’è un nodo che sarà difficile sciogliere: quello della discontinuità richiesta a gran voce dal movimento.

Dalla prossima volta, saranno tutti seduti intorno allo stesso tavolo: partiti e movimenti civici che si ‘sentono’ nel centrosinistra.

Il tempo stringe: ultima data utile, al momento, per le eventuali Primarie di coalizione è quella del 7 aprile prossimo. Quindi se ci saranno più proposte di candidatura, si ricorrerà allo strumento che più appartiene al centrosinistra altrimenti la ‘patata bollente’ passerà al tavolo dei partiti e dei movimenti che dovranno confrontarsi per indicare il candidato sindaco.

Domani sera, quindi, la riunione del circolo cittadino del Pd avrà di certo un peso determinante. La posizione del partito, a livello territoriale, fornirà indicazioni precise e importanti per le prossime mosse del segretario Facciolla.

lucsam

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings