Comunali, i paletti di ‘Io Amo Cb’: programma rivoluzionario, discontinuità nei nomi e competenza

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Terminato il primo giro di consultazioni, che continueranno nei prossimi frenetici giorni, i referenti del movimento civico pongono le tre questioni per le future alleanze in vista del voto del 26 maggio. Ancora, ma non poteva essere diversamente, nessun cenno di interesse da parte del centrodestra


CAMPOBASSO. Si tirano le somme di questo giro di consultazioni che ‘Io amo Campobasso’ ha tenuto negli ultimi giorni per confrontarsi con partiti e movimenti in vista di possibili (e auspicabili) condivisioni di idee, programmi e metodologie per l’individuazione dei candidati alle prossime elezioni amministrative.

“La posizione è chiara – spiegano i referenti del movimento civico -, si deciderà se e con chi allearsi sulla base di tre questioni fondamentali: la disponibilità a condividere un programma radicale di trasformazione della città, la discontinuità netta sulle modalità di selezione dei candidati, che dovranno essere scelti sulla base delle competenze e della capacità di rappresentare al meglio le istanze della città, la volontà da parte di tutti di mettere da parte i personalismi e lavorare a un progetto di rinascita, al servizio del bene comune”.

Il primo giro di incontri con varie forze politiche locali che hanno manifestato vicinanza ideale e interesse nei confronti del manifesto fondativo ha visto confronti con i nuovi dirigenti regionali e cittadini del Partito Democratico, i leader di Italia in Comune e una delegazione di Campobasso del Movimento 5 Stelle, oltre a una serie di esponenti del mondo dell’associazionismo cittadino.

“E fino a questo momento, senza che la cosa stupisca più di tanto, nessun partito o movimento di centro-destra ha mostrato interesse ad aprire un dialogo con Io Amo Campobasso” dicono ancora.

Il movimento civico ha avviato una riflessione sull’esito di questi incontri ed “emerge con chiarezza che, mentre i partiti e i movimenti strutturati sembrano ancora non aver individuato la linea da seguire, il gruppo civico è pronto alla sfida e si propone di essere l’elemento aggregante di tutta quella parte di città che non si rassegna al declino e alla regressione sociale, culturale ed economica oggi sotto i nostri occhi. Io Amo Campobasso resta aperto al confronto, alla discussione e alla convergenza programmatica, forte comunque della sua indipendenza nelle scelte e nelle strategie da adottare”.

Gli incontri proseguiranno nei prossimi giorni, sia con i movimenti e i partiti politici sia con altre associazioni presenti in città, per individuare la possibilità di costruire percorsi comuni nella sfida elettorale e per completare il programma,”rappresentando al meglio le istanze e le necessità che provengono dai cittadini che prestano la loro opera nelle associazioni e nei comitati, nell’interesse esclusivo della collettività”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings