L’Esercito spegne 75 candeline: a Rocchetta al Volturno arriva il ministro Elisabetta Trenta

L’Esercito spegne 75 candeline: a Rocchetta al Volturno arriva il ministro Elisabetta Trenta

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Una data storica che sarà celebrata con un interessante convegno presso il Museo internazionale delle Guerre Mondiali. Fabrizio Ortis, portavoce del Movimento 5 Stelle e componente della Commissione Difesa a Palazzo Madama, ha supportato l’organizzazione dell’evento che ha avuto il patrocinio del Senato


CAMPOBASSO. Settantacinque anni di Esercito Italiano: una data storica, quella del prossimo 6 aprile, che sarà celebrata a Rocchetta al Volturno presso il Museo Internazionale delle Guerre Mondiali. Un evento che vedrà la presenza del Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta (nella foto, ndr), che interverrà al convegno storico-militare “Monte Marrone 1944 – 75° anniversario della rinascita dell’Esercito Italiano”.

elisabetta trenta squared

Il senatore Fabrizio Ortis, portavoce a Palazzo Madama del Movimento 5 Stelle e componente della Commissione Difesa a Palazzo Madama, ha supportato l’organizzazione dell’evento. “Il museo è vanto per l’intero territorio regionale e per questo il convegno per i 75 anni dell’Esercito Italiano ha ottenuto il patrocinio del Senato della Repubblica”, spiega.

ortis 1 esercito 5 marzo 2019

Il convegno, in programma a partire delle ore 10, vedrà la presenza di illustri relatori quali i professori dell’Università del Molise Giuseppe Pardini e Matteo Luigi Napolitano, il professor Virginio Ilari della Società Italiana di Storia Militare e il tenente colonnello Emilio Tirone dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito.

“L’evento – ha spiegato il senatore Ortis (nella foto scattata in occasione della visita al Comando Esercito Molise di Campobasso, ndr) - sarà anche occasione per ricordare e conoscere più a fondo la storia della nostra Regione, che tanto ha dato durante le Guerre Mondiali, e per sottolineare l’alto valore dell’Esercito Italiano, che da 75 anni si batte per difendere l’alto principio costituzionale secondo il quale l'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa della libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”.

Una giornata lungo il sentiero della Storia, dunque, nella stupenda cornice naturale offerta dalla vista di Monte Marrone - territorio direttamente coinvolto nella Seconda Guerra Mondiale, situato a pochi chilometri dai luoghi di combattimento sulla Linea Gustav - che consentirà al Molise di essere conosciuto e valorizzato anche come territorio dal punto di vista storico-culturale.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy