Comunali, Facciolla punta in alto: centrosinistra unito, sì ai civici. 'Futura' auspica le Primarie

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il segretario regionale sta lavorando sulla base delle indicazioni del circolo cittadino del Partito Democratico. Oggi alle 17 nuova riunione del tavolo del centrosinistra, alle 19 l’incontro con i referenti di ‘Io amo Campobasso’ (che incontreranno anche Libertucci di ‘Italia in Comune’) e domani appuntamento nella sede di via Ferrari per fare il punto. Intanto da 'Futura Campobasso' arriva l'appello alle Primarie


di Lucia Sammartino

CAMPOBASSO. Giornate di fuoco quelle che il segretario regionale del Partito Democratico sta affrontando: 59 comuni molisani al voto, fra questi Campobasso e Termoli che sono a guida centrosinistra e tali devono restare.

Nessun passo falso, quindi: massima attenzione, ascolto e capacità di fare sintesi delle istanze provenienti da chi, nello schieramento, ha qualcosa da dire.

Ieri Vittorino Facciolla è stato tutta la giornata sulla costa: il centrosinistra a Termoli si presenta di certo più compatto, manca la ‘variabile’ movimenti civici e quindi le questioni politiche e di strategia sembrano avere un andamento più tranquillo.

In viaggio per Campobasso, dove oggi pomeriggio sarà impegnato in due appuntamenti rilevanti per le vicine Amministrative, il segretario regionale del Pd ammette. “Campobasso è più reattiva sotto questo profilo, ci sono i movimenti civici e c’è anche una possibile indicazione sul competitor del centrodestra”.

Il ragionamento da concretizzare, per le candidature, non può prescindere nemmeno da quello che accade nel centrodestra: la strategia da mettere in campo deve partire dalla visione completa dello scenario politico.

Nel centrodestra che vuole conquistare Palazzo San Giorgio (ultima esperienza quella di Gino Di Bartolomeo) al momento ci sono alcune indicazioni certe: un candidato della Lega (Alberto Tramontano supportato da Salvini, Meloni e Berlusconi che, qualche settimana fa, hanno deciso di portare candidature condivise in tutti i Comuni italiani dove si vota), le proposte dei movimenti (Francesco Pilone, Corrado Di Niro e Francesco Del Greco), qualche frizione da parte degli altri partiti dello schieramento e l’ultima parola che spetterà al governatore Toma che – a dire il vero – nelle sue ultime uscite pubbliche alla presenza dell’attuale consigliere comunale di opposizione Tramontano non ha mai risparmiato parole di apprezzamento ed elogio nei suoi confronti.

Il centrosinistra oggi sarà in riunione con il segretario Facciolla alle 17.30, poi nuovo incontro (verso le 19) con ‘Io amo Campobasso’. Domani la riunione del circolo cittadino del Partito Democratico dalla quale potrebbe già venire fuori qualche indicazione in più.

Change privacy settings