Toma come Nerone: il governatore rischia di mandare in fumo l’ex Gil

Toma come Nerone: il governatore rischia di mandare in fumo l’ex Gil

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Consueto ‘fuori programma’ del presidente che, questa volta, ha appiccato il fuoco ad alcuni fogli di carta nel corso della presentazione della sesta edizione di Poietika, il cui leit motiv è ‘la parola arde’


CAMPOBASSO. Mai farsi ingannare dalla seriosità del governatore Toma, capace di stupire sempre con ‘uscite’ inaspettate. Dopo la performance canora all’evento annuale sui Por, sollecitato dal poeta Franco Arminio, questa mattina è stato protagonista, assolutamente consapevole, di un altro siparietto.

Ha dato letteralmente forma e sostanza al tema della sesta edizione di ‘Poietika’, il prestigioso art festival di cui si parla in tutta Italia, conosciuto e apprezzato nel mondo tanto che gli ospiti - tutti di caratura -  non declinano mai l’invito. Il tema è  ‘la parola che arde’ , per declinarla e ascoltarla, per scavare nella sua stessa essenza.

E così, dopo aver aperto la conferenza stampa di presentazione, il governatore si è alzato in piedi e ha dato letteralmente fuoco ai fogli sui quali aveva abbozzato il suo intervento, dando forma e sostanza alla ‘parola che arde’.

Applausi, stupore e risate, salvo poi accorgersi che quei fogli di carta stavano bruciando velocemente in un cestino per i rifiuti posizionato dietro di lui. Fumo, qualche attimo di tensione e poi la provvidenziale e solita... acqua sul fuoco.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy