Carresi, legge regionale impugnata. Toma non desiste: ricorriamo alla Corte Costituzionale

Carresi, legge regionale impugnata. Toma non desiste: ricorriamo alla Corte Costituzionale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un mese fa la normativa varata dal Consiglio regionale. Per il presidente della Regione è valida ed efficace fino a quando non si pronuncerà la Consulta


CAMPOBASSO. Il Consiglio dei Ministri ha impugnato la legge regionale 1/2019 ‘Modifiche alla legge regionale 26 marzo 2015, n. 5 – Manifestazioni storico-culturali a tutela del benessere animale’ che riguarda le ‘Carresi’, tradizionali corse di carri trainati da buoi che si svolgono a San Martino in Pensilis, Ururi e Portocannone.

Secondo il Cdm la norma regionale riguardante le manifestazioni culturali in cui sia previsto l’impiego di animali, “si pone in contrasto con i principi fondamentali in materia di tutela della salute e di benessere animale, in violazione dell’art. 117, terzo comma, della Costituzione, e lede altresì il principio di leale collaborazione, di cui agli artt. 117 e 118 della Costituzione, nonché i vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea, in violazione dell’art. 117, primo comma, della Costituzione”.

Il presidente Toma, in una dichiarazione rilasciata all’Ansa, annunciando ricorso avverso tale impugnativa, avverte: “la vicenda si concluderà solo davanti alla Corte Costituzionale, come è giusto che sia”.

Ergo, la norma regionale “è valida ed efficace fino a quando non si pronuncerà la Consulta. Istituzionalmente penso che sia un dovere del Consiglio dei Ministri valutare che materie concorrenti ed esclusive non siano trattate in dispregio ai principi costituzionali da parte delle Regioni e viceversa - spiega - perché a questo punto, forse, dovremmo anche noi Regioni prestare più attenzione alle leggi nazionali".

Il governatore Toma ha anche annunciato il via libera da parte della Giunta regionale della costituzione in giudizio contro l'impugnativa del Governo della legge sull'editoria.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy