Arrivano i soldi per l'Alberghiero di Agnone. Di Lucente: impegno preso e mantenuto

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Sbloccati 165mila euro per aprire le cucine dell'istituto D'Agnillo. Il consigliere regionale dei Popolari in prima linea per risolvere la questione. Ora la Regione trasferirà i fondi alla Provincia, ente proprietario, e partiranno i lavori. Soddisfazione da parte del Comune guidato dal sindaco Marcovecchio


CAMPOBASSO. Sbloccati i soldi per le cucine dell’Alberghiero di Agnone. A darne notizia è il consigliere regionale Andrea Di Lucente che si è impegnato in prima persona per reperire i fondi che serviranno a rendere finalmente utilizzabili le cucine dell’Istituto alberghiero del centro altomolisano.

“C’è voluto più tempo del previsto, ma il risultato alla fine l’abbiamo ottenuto. La Regione trasferirà alla Provincia (ente competente per le scuole superiori) i soldi che serviranno all’adeguamento strutturale delle cucine, andando incontro alle necessità degli studenti. I tempi sono stretti, ma sono sicuro che con il lavoro in sinergia di tutte le istituzioni e la buona volontà i lavori saranno terminati entro l’inizio del nuovo anno scolastico”, ha spiegato Andrea Di Lucente.
Dalla Regione sono stati stanziati con una delibera di giunta approvata ieri sera (venerdì 12 aprile) circa 165mila euro. Sarà poi la Provincia di Isernia a procedere con l’adeguamento dell’istituto.

“Finalmente potremo mettere la parola fine ai disagi dei ragazzi. Ho apprezzato molto il loro impegno e le loro battaglie. Li avevo incontrati, avevo preso un impegno con loro. E gli impegni si mantengono: sono abituato a farlo e non volevo di certo mancare in questo momento. Ringrazio il presidente Toma, la giunta e la struttura tecnica della Regione per la sensibilità dimostrata nei confronti di un territorio che non può continuare ad essere dimenticato. Ribadisco anche l’importanza di potenziare il nostro sistema formativo, una priorità per tutti”, ha proseguito il consigliere Di Lucente.

L’esponente dei Popolari per l’Italia ha già avuto un colloquio con la dirigente scolastica, Tonina Camperchioli, e con il sindaco di Agnone, Lorenzo Marcovecchio: “Insieme a loro monitoreremo che i lavori vengano svolti in tempi celeri e secondo le esigenze della scuola”, ha concluso.

Soddisfazione anche dell'amministrazione comunale di Agnone, che in una nota di ringraziamento alla Regione ha sottolineato che "la soluzione adottata nei primi mesi dell’anno scolastico 2018-19 ha consentito di utilizzare i locali cucina e sala di un ristoratore privato, la cui disponibilità è risultata fondamentale per tamponare l’emergenza creatasi dopo la chiusura dell’edificio scolastico di San Marco, sede delle cucine del’alberghiero che devono essere trasferite. Un trasferimento che sarà ora possibile veder realizzato a breve presso le ex officine dell’Itis, già oggetto di lavorazioni parziali che dovranno essere completati in quanto propedeutici alla messa in opera delle cucine ad uso didattico. Il risultato atteso rappresenta un tassello importantissimo al fine di potenziare l’immagine dell’Istituto alberghiero 'D'Agnillo', che nulla ha da invidiare - concludono dal Municipio agnonese - ad altre istituzioni similari, racchiudendo un potenziale formativo che si correla fortemente con il territorio, in termini di possibili posti lavorativi, di sviluppo di impresa, di valorizzazione dei prodotti enogastronomici topici, di innovazione nel mondo culinario e vinicolo, in linea con le tendenze più moderne del settore a scala internazionale".

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Change privacy settings