Regione, in Consiglio arriva il Bilancio. Di Lucente: priorità al sociale e alle aree interne

Regione, in Consiglio arriva il Bilancio. Di Lucente: priorità al sociale e alle aree interne

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il presidente della Prima Commissione sintetizza le linee di indirizzo emerse nel corso della fase propedeutica alla discussione dell’importante strumento finanziario di previsione 2019-2021 che approderà a Palazzo D’Aimmo sabato 27 maggio


CAMPOBASSO. Il bilancio di previsione 2019-2021 arriverà in aula sabato 27 aprile, con un Consiglio regionale convocato in seduta pomeridiana.

La fase propedeutica, con le sedute e le audizioni in Prima Commissione, ha evidenziato una linea d’azione concreta.

"Un bilancio che dovrà avere al centro i temi del sociale, gli interventi sulle aree interne e sui piccoli centri. E ovviamente stimolare l'economia locale. E' questo l'indirizzo che è emerso nel corso delle settimane di riunioni della Prima Commissione sul bilancio di previsione per il triennio 2019-2021 e che continuo a ribadire da tempo" spiega il presidente Andrea Di Lucente.

I consiglieri sono comunque ancora al lavoro sul documento contabile di previsione, sulla legge di stabilità regionale e sul Documento di economia e finanza regionale (il Defr).

"In Commissione – ribadisce il presidente Di Lucente - c'è stato un dibattito approfondito sulla struttura del documento finanziario, sullo spirito che sottende alle misure decise, sulla visione del Molise che ha al suo interno. Un dibattito che continuerà in Consiglio con l'apporto di tutti gli esponenti politici. Quello che è emerso chiaramente è la volontà di tutti, a cominciare da me, di concentrare le risorse su aspetti preminenti. Mi riferisco ad una scaletta di priorità che vede il sociale e le aree interne in cima alla lista. L'attuale situazione economica del Molise deve spingerci a lavorare nella direzione della protezione delle fasce più deboli della popolazione. Le somme per il sociale, benché si tratti di uno degli assi di sviluppo definiti anche attraverso il Defr, non sono mai abbastanza.

Allo stesso modo, anche lo stimolo nei confronti delle aree interne, la lotta allo spopolamento, la battaglia per far rivivere zone del Molise che si avviano ad un veloce declino resta un punto focale per l'amministrazione regionale – continua il presidente della Prima Commissione consiliare -. Penso a quei centri che potrebbero contribuire al rilancio dell'economia molisana e alla sua promozione turistica ma che hanno necessità di pungoli per la crescita, anche attraverso misure radicali sulle quali abbiamo ampiamente discusso in Commissione".

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy