Aumento tariffe dei trasporti, Battista: salgono le distanze tra il Molise e il resto d’Italia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il candidato sindaco del centrosinistra contesta la decisione della Giunta Toma e incalza i suoi competitor a prendere posizione sull’argomento


CAMPOBASSO. “Il Governo centrale Lega-5Stelle ha tagliato 300 milioni di euro destinati alle regioni per il trasporto pubblico. L’unità di intenti a Roma crea inevitabile imbarazzo alla politica territoriale. Sì, perché non è credibile che due forze politiche siano alleate ed avversarie in base alle proprie esigenze. Le persone iniziano a stufarsi dei loro giochetti”.

E’ quello che ha dichiarato Antonio Battista, candidato sindaco del centrosinistra al Comune di Campobasso, che dalla situazione nazionale arriva poi ad analizzare quella regionale.

“Poi, c’è il Governo della Regione Molise guidato da Toma – ha detto Battista - Governo tenuto in piedi dalle stesse forze politiche che sostengono la candidata della Lega Maria Domenica D’Alessandro a sindaco di Campobasso, che aumenta le tariffe del 40% sui trasporti. I 5Stelle in merito a questa faccenda cosa dicono? E la candidata a sindaco di Campobasso D’Alessandro? Cosa pensa a riguardo? Tutto tace, e come al solito c’è una gran confusione. Fanno quello che vogliono”.

“Ma non a Campobasso – ha aggiunto Battista - Nel nostro capoluogo non abbiamo consentito nessun aumento delle tariffe, e su questa decisione i signori alleati di governo, ma avversari in regione, hanno avuto il coraggio di sollevare polemiche. Incredibile. L’aumento delle tariffe comporterà l’aumento delle distanze tra il Molise ed il resto del Paese”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings