Comunali, la Lega punta in alto: vincere e portare il primo sindaco donna a Palazzo San Giorgio

Comunali, la Lega punta in alto: vincere e portare il primo sindaco donna a Palazzo San Giorgio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Oggi pomeriggio, a piazzetta Palombo, la presentazione dei candidati in corsa per le Amministrative del 26 maggio. L’assessore Mazzuto fa gli onori di casa e annuncia: mercoledì 15 non prendete impegni, arriva il ‘capitano’Salvini


di Lucia Sammartino

CAMPOBASSO. Parte dal cuore della città l’assalto della Lega al Comune di Campobasso. La presentazione della lista in corsa per le Comunali del 26 maggio prossimo ha come scenario piazzetta Palombo, che richiama la storia e il cuore pulsante del capoluogo.

A fare gli onori di casa il coordinatore regionale, nonché assessore regionale Luigi Mazzuto, reduce dalla maratona in Consiglio regionale per l’approvazione del Bilancio, terminata ieri dopo sette giorni, quasi ininterrotti. Nessun cenno alle polemiche, alle accuse lanciate in aula dal consigliere Facciolla proprio al suo indirizzo.

Oggi si parla di Campobasso, di quello che è e di quello che diventerà con il sindaco della coalizione di centrodestra. Donna e leghista, per prima volta nella storia del comune capoluogo.

“Piazzetta Palombo è il cuore, il centro, il fulcro della città – dice subito Mazzuto, dopo qualche iniziale difficoltà di utilizzo del megafono - , da qui comincia il cammino per rilanciare Campobasso. La città ci darà risposte dopo l’exploit delle Regionali dove la Lega è stato il partito più votato e non è poco. Abbiamo maturato l’idea che si può fare, che il centrodestra può tornare a vincere per merito della Lega: noi abbiamo quello che altri partiti non hanno. Abbiamo Salvini e quello che oggi rappresenta a livello nazionale, europeo e anche regionale. La politica del fare, del buonsenso, delle soluzioni concrete, non quelle della ‘luna nel pozzo’ delle promesse irrealizzabili”.

alberto tramontano presentazione lista 7 maggio 2019

Uno ad uno, Mazzuto presenta la squadra partendo dal capolista, l’uomo che ha fatto ‘il passo di lato’ in nome dell’unità della coalizione. Alberto Tramontano, il ‘papabile’ candidato sindaco che non ha ceduto all’impeto di andare dritto per la sua strada, pena la frammentazione del centrodestra. E poi tutti gli altri componenti di una lista dove le donne e i giovani hanno un peso specifico rilevante. “Grazie alla disponibilità di Alberto, adesso ci sono una squadra e una coalizione vincenti – dice ancora Mazzuto –, per lui la massima stima personale e politica”.

Il nome del candidato sindaco viene scandito da tutti i candidati, in una sorta di hola calcistica. Diretta e senza troppi fronzoli, Maria Domenica D’Alessandro racconta come immagina la sua Campobasso. “Una città dove le esigenze primarie dei cittadini siano al primo posto, dove la manutenzione delle strade non arrivi qualche giorno prima della campagna elettorale, dove la sicurezza dei cittadini diventi un impegno concreto, dove i genitori non siano lasciati soli di fronte all’emergenza droga”.

Più telecamere in città insieme a maggiori presidi di sicurezza, per evitare episodi di criminalità come le cronache di questi giorni raccontano.

Privacy Policy