Corteo di Forza Nuova, il sindaco si chiama fuori: manifestazione elettorale, non serve autorizzazione

Corteo di Forza Nuova, il sindaco si chiama fuori: manifestazione elettorale, non serve autorizzazione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il primo cittadino, Giacomo d’Apollonio, puntualizza: stupisce la disinformazione di chi ha voluto innescare una polemica fuori luogo


ISERNIA. Botta e risposta tra sindaco e Anpi: i fatti riguardano il corteo di Forza Nuova che è finito nel mirino dell’associazione che, a sua volta, ha accusato il primo cittadino di averlo autorizzato.

Ed è proprio Giacomo d’Apollonio a precisare che “contrariamente a quanto affermato dal referente dell’Anpi, non ho concesso alcun permesso per lo svolgimento della manifestazione.

Infatti, il rilascio di simili autorizzazioni spetterebbe tutt’al più all’autorità di pubblica sicurezza. Ma è caso di evidenziare che siamo in piena campagna elettorale per le elezioni europee. Pertanto – ha concluso d'Apollonio –, stupisce la disinformazione di chi ha voluto innescare una polemica del tutto fuori luogo”.

Secondo il responsabile Anpi, Loreto Tizzani, la manifestazione che ha avuto luogo sabato scorso, ha violato la XII disposizione transitoria e finale della Costituzione Italiana che vieta la riorganizzazione del Partito Fascista e la legge Mancino del 1993 che sanziona e condanna le associazioni che si ispirano a tale ideologia.

Prima del sindaco, anche il candidato di Forza Nuova alle Europee, Giustino D’Uva aveva evidenziato che il corteo non aveva bisogno di alcuna autorizzazione visto che si è trattato di un corteo elettorale.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy