Centinaia di striscioni, il sit-in piazza e le note di ‘Bella Ciao’: così ‘l’altra Campobasso’ saluta Salvini

Centinaia di striscioni, il sit-in piazza e le note di ‘Bella Ciao’: così ‘l’altra Campobasso’ saluta Salvini

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Circa 350 persone hanno raggiunto piazza Municipio nonostante il freddo e la pioggia per manifestare il proprio dissenso nei confronti delle politiche del vicepremier, oggi in città per la campagna elettorale


CAMPOBASSO. Giovani e meno giovani, donne e bambini, studenti e genitori: piazza Municipio si è riempita piano piano, nonostante il freddo e la pioggia. Circa 350 persone, forse di più. Gli striscioni hanno circondato la statua del santo patrono, raccontando di una città che non manifesta contro il ministro, il vicepremier, il segretario nazionale della Lega che oggi cerca consensi in quel Meridione che ha sempre sbeffeggiato.

san giorgio

Il megafono ha dato voce agli interventi della piazza, voci di protesta e di resistenza alle politiche che non parlano di inclusione e accoglienza, di solidarietà e di umanità.

Nessuna contestazione, né cori contro. Ognuno ha raccontato il perché della propria presenza, le motivazioni del dissenso.

novelli

“Essere qui una responsabilità politica e civile – ha detto Franco Novelli, dell’associazione Libera contro le Mafie– nei confronti del degrado che oggi la politica esprime, che alimenta la cultura dell’odio, che incita al razzismo. Un attacco alla democrazia, alla nostra Costituzione”.

Il Meridione, poi, la terra bersagliata dalla Lega e dal suo attuale segretario. “Come è possibile che chi ci attacca, poi qui sia il più votato?” si chiede ancora Novelli.

“Oggi noi siamo i criminali, quelli da punire perché aiutano gli ultimi. Fermiamo insieme questa deriva, restiamo umani, insieme sulle idee. Cambiamo le cose, impegnandoci tutti per la risalita. Diventiamo, insieme, la pulce sopra l’elefante”.

oriana

In tanti si sono alternati nell’esprimere il perché della presenza, dai rappresentanti della ‘Casa del Popolo’ che hanno avuto l’idea degli striscioni che hanno inondato la città ai ragazzi dell’UdS, capitanati da una agguerrita Oriana Leone, che hanno invece voluto organizzare il sit-in in piazza, aperto alle associazioni come Libera, il Villaggio eco-solidale, l’associazione Primo Marzo., l’Arcigay.

peppe

In piazza la politica e i politici si sono confusi con i cittadini, restando ai margini – nonostante il momento elettorale, motivo per il quale il ministro Salvini è arrivato a Campobasso - di una corale azione di riflessione, che non ha un solo colore preciso ma di certo ha tanti valori irrinunciabili. Come quelli intonati tutti insieme, cantando ‘Bella ciao’.

GUARDA IL VIDEO

.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy