Fornelli, si accende lo scontro: ‘Crescere Liberi’ attacca a testa bassa Danilo Leva

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’ex parlamentare ha presentato, nei giorni scorsi, un esposto alla Magistratura circa i colloqui di lavcoro avviati da un call center in questi giorni. La lista che sostiene il sindaco uscente, in contrapposizione con quella nella quale è candidato Leva, puntualizza


FORNELLI. Si accende lo scontro elettorale, dopo le dichiarazioni di Danilo Leva finite, gioco forza, nel mirino dei candidati di ‘Crescere Liberi’.

Scontri frequenti, soprattutto a ridosso delle consultazioni elettorali, dicono, e quindi nessuno stupore davanti alle schermaglie di questi ultimi giorni.

Ma c’è un ma, secondo i componenti della lista. “Se ad avvelenare il clima elettorale sono persone miti, ragionevoli e pure con una certa esperienza, allora qualche puntualizzazione va fatta”.

In una nota stampa, si ripercorre il motivo della replica che è evidente: l’esposto presentato da Danilo Leva a fronte dei colloqui in corso nel piccolo centro per le assunzioni in un call center.

“L'ex parlamentare, il cui interesse da lui mostrato per Fornelli lo lasciamo valutare agli stessi residenti del paese (fatevi una domanda e datevi una risposta)” avrebbe fatto “palesemente intendere ai lettori del suo annuncio (perché così ci è stato riferito da tantissimi cittadini) che tali colloqui sarebbero finalizzati a favorire la lista che a lui si contrappone nelle prossime elezioni comunali. Bene”.  

Come è noto, Danilo Leva corre per un posto di consigliere comunale nella lista avversaria a quella capitanata dal sindaco uscente Giovanni Tedeschi che “ha lavorato per la collettività, ottenendo riconoscimenti e meriti su tutto il territorio regionale e non ad altro. Si tratta della politica del fare per il bene di tutti in maniera disinteressata. Le occasioni di lavoro, l’amministrazione Tedeschi, le ha create con la propria azione amministrativa di rivalutazione del territorio, del paese, delle bellezze naturali, dei monumenti, delle infrastrutture; azione ben nota a tutti (tranne, evidentemente, a chi di Fornelli interessa solo il bacino di voti). I voti non si guadagnano con i colloqui di lavoro; è un concetto che non appartiene all’Amministrazione uscente ed è per questo che, probabilmente, altri vedono il marcio dappertutto.

I voti si guadagnano amministrando bene – dicono ancora - e facendo vedere i frutti; i voti si guadagnano anche realizzando il Polo scolastico che, secondo Leva, non serve a nulla perché a Fornelli si registrerebbe un calo delle nascite! ‘Crescere Liberi’, con Gianni Tedeschi alla sua guida, non ha certo bisogno di certe pochezze per vincere le elezioni e lo dimostrerà con il risultato sonante che si configura all’orizzonte. Il popolo di Fornelli sa bene chi è entrato nelle proprie case a fare promesse di ogni tipo, ma su questo, per il momento, stendiamo un velo pietoso che, se lo riterremo, risolleveremo al momento opportuno”.

L’avversario politico non può essere battuto con gli esposti alla Magistratura, secondo i componenti della lista ‘Crescere Liberi’. “Specialmente se si tratta di esposti infondati” rimarcano ancora. “Lo sporco, se c'è, esiste dappertutto.  Non temiamo denunce e indagini, Crescere Liberi è abituata a vincere e ad amministrare nell’onestà e nella legalità, che per noi non sono solo parole di cui riempirsi la bocca”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

.

Change privacy settings