Europee, Di Maio conquista Isernia per 49 voti. Salvini si prende l’intera provincia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nell'intera provincia la Lega incassa il risultato con il 23,38% delle preferenze (9.195 voti), il secondo partito è Forza Italia, con 8591 voti (il 21,84%), il Movimento 5 Stelle è terzo ma con soli 192 voti di differenza: incassa 8399 voti (il 21,36%). Il Pd si ferma al 13,56% con 5.532 preferenze. Agnone e Capracotta consegnano il risultato a Caterina Cerroni


ISERNIA. La provincia è in mano a Matteo Salvini, alla Lega  della quale è coordinatore regionale è l’isernino Luigi Mazzuto. Ma la città ‘resiste’ alla crescita del partito del ‘capitano’ e per 49 voti consegna la vittoria al Movimento 5 Stelle.

Nella provincia pentra vince la Lega con il 23,38% (9.195 voti), il secondo partito è Forza Italia, con 8591 voti (il 21,84%), il Movimento 5 Stelle è terzo ma con 192 voti di differenza: incassa 8399 voti (il 21,36%). Il Pd si ferma al 13,56% con 5.532 preferenze.

Isernia, invece, sceglie il Movimento 5 Stelle con 1847 preferenze (il 22,96%); al secondo posto c’è la Lega con qui 49 voti di scarto che pesano come un macigno sull’assessore regionale che ha sfiorato il colpaccio anche nella sua città: per il partito di Salvini 1798 preferenze e cioè il 22,35% del gradimento. Si piazza sul podio anche Forza Italia con 1440 voti (il 17,90%). Il Partito Democratico è solo quarto con 1139 preferenze (il 14,16%).

Ergo, sebbene di misura, ad Isernia Di Maio batte Salvini. In provincia le cose sono andate diversamente.

Venafro - roccaforte di Aldo Patriciello - premia Forza Italia con 1732 voti (33,76), secondo il Movimento 5 Stelle con 1154 (22,49), terza la Lega con 1080 (21,05), quarto Pd con 410 preferenza (7,99).

Agnone consegna un risultato pieno al Partito Democratico e a Caterina Cerroni (750 voti per il 37,43%), il Movimento 5 Stelle che è rappresentato da un altro agnonese, Andrea Greco, si attesta a 453 preferenze (22,60%), la Lega a 357 (17,81%), Forza Italia a 215 (10,73).

A Capracotta il Pd si attesta al 46,17%, i 5 Stelle al 21,24%, la Lega al 14,44%, Forza Italia al 7,36%, Fratelli d'Italia al 3,96% e La Sinistra al 3,11%. Caterina Cerroni ottiene 127 preferenze, la più votata in assoluto. Gentile (M5S) 29, Salvini 18, Patriciello 24 e Berlusconi 2.

Fornelli sceglie Lega con il 32,01% e 403 voti, il Pd è solo quarto con 174 voti e il 13,82% delle preferenze. Il Movimento arriva secondo con 291 voti (23,11%) e Forza Italia si piazza terzo con 225 voti e il 17,87% delle preferenze.

Anche a Sesto Campano vince la Lega, con 254 voti (il 27,55%), secondo Forza Italia con 243 preferenze (26,36%), terzo il Movimento 5 Stelle con 161 voti (17,46%), al quarto posto Fratelli d'Italia con 127 voti (13,77%), segue il Pd con 67 voti (7,27%).

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings