Comunali, Gravina: niente apparentamenti ma dialogo con tutti, per battere il centrodestra

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Questa sera la segreteria regionale del Pd in riunione per affrontare i due ballottaggi di Campobasso e Termoli, la Sinistra campobassana starebbe cercando di avvicinare il Movimento e ‘Io amo Campobasso’ oggi comunicherà ufficialmente la propria posizione


CAMPOBASSO. Il Movimento 5 Stelle ha bisogno del sostegno del centrosinistra per vincere il ballottaggio? Lo ha chiesto? Vale ancora il principio dell’autosufficienza?

Roberto Gravina cristallizza la posizione, a 9 giorni da voto: nessun apparentamento ma un appello agli elettori per evitare che il centrodestra esprima il sindaco del capoluogo.

Il nostro programma resta invariato, dice il candidato sindaco dei 5 Stelle ma “i punti di contatto con quelli di altre forze politiche che vi si possono rintracciare, sono oggetto di possibili confronti, perché abbiamo sempre dimostrato con la nostra azione politica anche da forza d'opposizione in Comune, di essere aperti e propositivi, non solo critici. Del resto, la nostra predisposizione all'ascolto ci ha premiato più degli slogan preconfezionati”.

Una mezza porta aperta: non facciamo apparentamenti (né ufficiali né sottotraccia) ma gli elettori hanno il modo di fermare il centrodestra e la Lega (che, sarà il caso di ricordare, è alleata del Movimento 5 Stelle a Roma) votandomi. 

Ma cosa accade nei partiti di centrosinistra, nell’elettorato che ha espresso solo 5 giorni fa il proprio appoggio al candidato Battista, dove i pentastellati potrebbe pescare consensi?

Questa sera, alle 18, si riunisce la segreteria regionale del Pd: all’ordine del giorno le situazioni di Termoli e Campobasso e le determinazioni conseguenti. Nella città costiera, il centrosinistra avrebbe bisogno del Movimento, nel capoluogo i 5 Stelle avrebbero necessità del centrosinistra.

‘Io amo Campobasso’, - che potrebbe entrare in gioco (anche se, nell’eventualità vincesse Gravina, perderebbe il seggio) - ieri sera ha tenuto la riunione del direttivo e in giornata dovrebbe esplicitare al meglio le proprie decisioni.

Certo è che, al momento, l’aria che tira – fra alcuni elettori della sinistra, del centrosinistra e del movimento civico, che esprimono esclusivamente la propria posizione  - sembra spingere verso il voto al Movimento. La logica che sottende queste posizioni personali è chiara: l’unico modo per non consentire alla Lega di vincere nel capoluogo di regione che, storicamente, è orientato più a sinistra. E su questo tasto dolente pare stia ragionando anche il senatore Augusto Massa che sembrerebbe voglia avviare un colloquio con Roberto Gravina.

Il candidato sindaco dei 5 Stelle puntualizza e rimarca, però, quello che è un ragionamento che ha radici lontane. “Noi ci rivolgiamo a tutti gli elettori, non sono previsti apparentamenti ma, lo ribadiamo in modo convinto, il dialogo con tutti coloro che vedono il nostro programma come fortemente alternativo al sistema che vuol riproporre il candidato del centro destra su Campobasso, rimane la strada maestra per progettare un'azione amministrativa funzionale al rilancio della nostra città."

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings