‘Toto assessori’, la quota rosa esterna e i super tecnici di Gravina

‘Toto assessori’, la quota rosa esterna e i super tecnici di Gravina

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nei prossimi giorni il nuovo sindaco indicherà la sua squadra. Rinviata la riunione politica in programma per questa sera, a causa degli impegni con le riunioni sulla sicurezza e sull’organizzazione del Corpus Domini. Attendendo la conferma della visita di Luigi Di Maio


CAMPOBASSO. Una serie di riunioni a tambur battente sulla sicurezza e sull’organizzazione della macchina del Corpus Domini. Anche in vista della possibile visita a Campobasso, nel giorno della sfilata dei Misteri, il 23 giugno, del vice premier Luigi Di Maio.

Gli impegni di oggi per il nuovo sindaco di Campobasso Roberto Gravina sono questi. Tanto da dover rinviare l’incontro politico, già programmato per la serata, con i consiglieri del M5s, per discutere del tema del momento: la Giunta.

Nessuna riunione ufficiale, allora, ma trattative che tra un impegno istituzionale e l’altro - ieri l’incontro con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul Contratto di sviluppo del Molise, oggi il vertice in Prefettura – vanno avanti per definire l’assetto dell’esecutivo. Che Gravina vuole ristretto, subito a quattro, poi a sei amministratori.

Ma se i componenti del nuovo governo cittadino non si conosceranno prima della prossima settimana, il ‘toto-assessori’ impazza, insieme alla ricerca delle figure tecniche, forse due, che dovrebbero affiancare altrettanti consiglieri eletti.

Nella giornata di ieri è circolata l’indiscrezione che la ‘quota rosa’, che sarà presente da subito nell’organigramma di governo, potrebbe essere esterna. Nei settori che Gravina intende affidare ai tecnici, il Bilancio e i Lavori pubblici con l’Urbanistica. Nome che resta ancora top-secret, in attesa che il sindaco parli, o meglio riparli, con questa super professionista che vorrebbe avere al suo fianco. Sempre per gli esterni, oltre al nome di Sergio Guacci, i rumors riferiscono quello dell’architetto Antonio Gianfelice. Entrambi esperti di urbanistica.

Per la Cultura, sempre che questa delega venga assegnata subito, resta in pole position l’archeologa Giovanna Falasca, con l’Ambiente che invece potrebbe andare a Simone Cretella, assessore certo per numero di voti e per esperienza maturata. Nel toto nomi anche Lorenzo Sallustio e Luca Praitano, mentre Paola Felice potrebbe puntare alla presidenza del Consiglio.

La riserva sarà sciolta nei prossimi giorni, quando Gravina indicherà la sua squadra. Prima di Corpus Domini, l’idea è questa. Nonostante la difficoltà di conciliare gli impegni politici con l’organizzazione della sfilata dei Misteri e con l’organizzazione della visita di Di Maio. Sulla quale si attendono le ultime conferme. Sui tempi e i modi dell'arrivo del ministro. 

Carmen Sepede

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy