Campobasso, i Misteri e Di Maio: tutto pronto per il Corpus Domini

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Confermata la visita del ministro e vice premier, che sarà a Campobasso per assistere alla sfilata degli Ingegni. Tutte le notizie sul programma dei festeggiamenti e sui provvedimenti in materia di security


CAMPOBASSO. Via Cannavina e Piazza San Leonardo, imbandierate con gli stemmi di Crociati e Trinitari, le antiche Confraternite di Campobasso, che alla metà del 1700 assegnarono a Paolo Saverio Di Zinno l’incarico di realizzare i Misteri.

Il cuore della città storica location per la conferenza stampa, che il sindaco Roberto Gravina e l’assessore alla Cultura Paola Felice hanno tenuto con Giuseppe Santoro e Liberato Teberino, presidenti delle Associazioni ‘Crociati e Trinitari’ e ‘Misteri e Tradizioni’.

“Si è trattata di una scelta non casuale – ha detto Gravina – abbiamo voluto trovare un filo conduttore tra queste manifestazioni che rappresentano la storia di Campobasso. Oggi la nostra città si apre al mondo con la sua tradizione più bella e sentita, quella del Corpus Domini. E’ nostra intenzione lavorare con gli operatori culturali e con il tessuto produttivo. Da qui e dalla storia si parte per estendere quel grande evento che è rappresentato dalla sfilata dei Misteri”.

Evento al quale quest’anno, lo avevo promesso, e la promessa è stata mantenuta, parteciperà anche il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio. Il vice premier, ha detto Gravina, arriverà a Campobasso, in Municipio, intorno alle 11-11.30. Da qui si muoverà per assistere alla sfilata, fino alla benedizione degli Ingegni dal balcone del Comune, prevista intorno alle 13.

In pieno fermento la macchina della sicurezza, che quest’anno sarà potenziata, proprio per la visita di Di Maio. E che riguarderà anche i due concerti de Le Vibrazioni e di Luca Carboni, in programma per sabato 22 e domenica 23, con il palco in piazza della Repubblica e ingressi controllati da via Milano, per una capienza di poco superiore ai 3.000 posti.

“Il programma è stato messo in piedi dalla precedente amministrazione – ha chiarito l’assessore Felice – noi abbiamo fatto realizzare la brochure informativa con tutti gli eventi, che quest’anno sarà consultabile anche dal sito internet del Comune,  sul quale ci sarà anche la mappa del percorso, per dare tutte le notizie necessarie anche a chi viene da fuori. Festeggiamenti che cominciano questa sera alle 21.30, con l’inaugurazione della quarta edizione de ‘La città dei Misteri: tra borghi e tradizioni' e a seguire ‘Volta celeste’, il suggestivo spettacolo con acrobati aerei, trampoli e fuochi, in piazza della Vittoria. Domani, invece il contest per band giovanili”.

Domenica gli Ingegni usciranno dal Museo dei Misteri di via Trento alle 10, dopo la messa celebrata dal vescovo Giancarlo Bregantini e dopo la suggestiva cerimonia della ‘Vestizione’. Il percorso è quello classico, attraverso le strade del centro storico e murattiano, fino alla benedizione sotto il Comune e al rientro nel Museo, intorno alle 14.

A creare qualche piccolo disagio l'intervento di realizzazione dei marciapiedi, in pieno svolgimento. “Non potevamo fermare i lavori – ha detto in proposito Gravina – ma tutta la città è stata messa in sicurezza. Non ci sarà cioè nessun luogo accidentato, così come ci sarà un’area riservata alle persone con disabilità, per consentire loro di assistere alla manifestazione in maniera più comoda possibile”.

Carmen Sepede

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings