La sede della Regione a Bruxelles ospita il progetto ‘Molise hub’. Toma: apriamo all’Europa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La presentazione giovedì in rue de Toulouse, nel cuore del quartiere delle istituzioni


CAMPOBASSO. La sede della Regione a Bruxelles al centro del progetto ‘Molise Hub’, che sarà presentato mercoledì in rue de Toulouse. Un progetto che prevede la concessione di postazioni dedicate, per un tempo stabile e determinato (minimo 6 mesi e massimo 18) ad istituzioni, università, scuole, associazioni, enti, singole imprese, reti di impresa, gruppi organizzati, ordini professionali, singoli professionisti, per praticare le proprie attività.

L’appuntamento di Bruxelles è anche l’occasione per la presentazione del progetto ‘Molise House’, attraverso il quale si concedono le sale e il giardino per conferenze, convegni, workshop ed incontri di lavoro a vario titolo; manifestazioni culturali, artistiche, scientifiche, educative, umanitarie; attività didattiche e formative; iniziative d’impresa (per scopi di analisi, di studio, di ricerca, commerciali, di promozione, di marketing, di incontri con altri operatori).

Molise House, tra l’altro, avrà un logo e sarà la nuova denominazione della sede di rappresentanza di Bruxelles, strutturalmente organizzata in uffici, quali collegamento amministrativo e operativo tra l'amministrazione e le istituzioni dell'Unione Europa.

È dotata di postazioni operative, di due sale riunioni con una capienza massima di 80 persone, di un ampio giardino e di altri servizi e dotazioni di base.

Principale punto di forza è la posizione strategica, determinata dalla prossimità geografica, e conseguentemente relazionale, con il ‘Quartiere europeo’ sede delle principali istituzioni dell'Ue (Commissione europea, Consiglio dell'Unione europea, Uffici della Presidenza europea, sede secondaria del Parlamento europeo, Commissioni del Parlamento europeo, Comitato delle Regioni, sede politica della Nato).

La forte vicinanza con il ‘quadrilatero del potere europeo’ fa sì che la sede regionale si inserisca in un contesto ‘effervescente’, punto cruciale e nevralgico dello scenario europeo, nonché di incontro tra persone e organi dei Paesi membri dell'Unione europea, ad oggi, la più grande integrazione politica e economica a livello internazionale.

“La nostra amministrazione regionale – le parole del governatore Donato Toma - ha puntato, da subito, sull’internazionalizzazione, come principale strumento di accompagnamento delle nostre imprese sullo scenario europeo e sul riposizionamento istituzionale dell’ente: con queste iniziative completiamo il primo anno di iniziative che vanno nella direzione di un’apertura del Molise all’Europa e alle reti globali”.

“Molise House e Molise Hub – ha concluso Toma - vanno esattamente in questa direzione, in un’ottica di massimizzazione dell'utilità strategica della sede di Bruxelles, di potenziamento delle sue attività a livello europeo e di orientamento costante alle dinamiche comunitarie. Perseguono un obiettivo ambizioso: dare ulteriore valenza all'ambiente lavorativo della stessa rendendola disponibile per soggetti esterni”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale