‘Molise to eat’: le eccellenze della regione pronte a conquistare i mercati internazionali

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il progetto presentato oggi in una conferenza stampa all’Associazione industriali. Dopo il successo al ‘Tuttofood’ di Milano si guarda all’evento che il 2 novembre si svolgerà negli Stati Uniti, quando la regione sarà ospite d’onore del Gala del Niaf


CAMPOBASSO. Promuovere le eccellenze del ‘Made in Molise’. Facendole conoscere in Italia e sui mercati esteri, dove l’attenzione per i prodotti di qualità è sempre più alta. Questo l’obiettivo di ‘Molise to eat’, una rete di imprese 100% molisane, tutte operanti nel settore agroalimentare.

L’esordio, avvenuto al ‘Tuttofood’ di Milano, è stato molto positivo: grande interesse ai prodotti presentati, riscontro da parte dei buyer. Un test che sarà ripetuto il prossimo anno, con la partecipazione a due grandi fiere, quali il ‘Cibus’ di Parma e il Sial di Parigi. Obiettivi illustrati nella conferenza stampa che si è svolta nella sede di Assindustria, che i partner del progetto hanno tenuto insieme all’imprenditore molisano Enrico Colavita, una potenza negli Stati Uniti.

E proprio al mercato americano la rete di imprese guarda, in vista dell’importante avvenimento che si terrà a Washington il 2 novembre, con il Molise regione d’onore al Gala per il 44° anno dalla fondazione del Niaf, il National italian american foundation. Un evento nel quale ‘Molise to eat’ dovrà essere presente, ha rimarcato Colavita, lanciando un appello alla Regione e alle istituzioni locali, a sostenere non una singola impresa, questo non sarebbe possibile, ma un’aggregazione che rappresenta un biglietto da visita del Molise.

“Molise to eat è una cosa fantastica – ha detto il presidente Riccardo Scinocca – siamo partiti dando vita a una rete, ma il nostro obiettivo è dar vita a un brand, che comprenda il meglio dei prodotti molisani. Anche aprendo ad altre aziende che operano nel settore agroalimentare”.

Fino ad oggi hanno aderito realtà che operano in diversi settori: il pastificio Camp’Oro di Sant’Elia a Pianisi, il biscottificio Cianciullo di Jelsi, l’azienda vinicola Colle Sereno, l’azienda dolciaria Dolceamaro di Monteroduni, Camardo caffè di Ripalimosani, Tartufi Le Ife di Capracotta, Sipa cus cus di Termoli, Orto d’autore di Ururi, Olearia Ortuso di Campobasso, Tesori del Matese di San Massimo, Caseificio Valle Verde di Bojano e Laboratorio Niro di Campobasso.

“Con la partecipazione a Tuttofood abbiamo dimostrato che insieme funzioniamo – ha rimarcato Michela Cianciullo, la giovane vice presidente di ‘Molise to eat' – adesso puntiamo anche a collaborare con l’altra rete che si è costituita in regione, che opera nel settore turistico-ricettivo, con l’obiettivo di organizzare eventi per far conoscere i nostri prodotti e più in generale far conoscere il Molise”.

Carmen Sepede

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale