Lo spoils system di Toma: laute conferme per 4 incarichi, c’è pure l’architetto vicino a Frattura

Lo spoils system di Toma: laute conferme per 4 incarichi, c’è pure l’architetto vicino a Frattura

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Giorni di nomine da parte del governatore e della sua Giunta: rinnovo per sei mesi per il consulente giuridico del presidente Nunzio Luciano, per il comunicatore istituzionale Brunetti e per il commissario degli ex Iacp Sellecchia, sindaco di Longano. Ma il piatto forte è per Manuel Brasiello: altri tre anni a capo dell’Agenzia regionale per la ricostruzione post sisma


CAMPOBASSO. Conferma in blocco la sua squadra, anche se alcuni giocatori vestivano la casacca di Paolo Frattura presidente, fino all’anno scorso.

Donato Toma proroga una serie di incarichi fiduciari: dal consigliere giuridico Nunzio Luciano a quello per la comunicazione istituzionale Tiberio Brunetti, passando per il commissario dell’Eres, - l’ente regionale per l’edilizia sociale - Cristian Sellecchia fino a, dulcis in fundo, Manuel Brasiello, direttore dell’Agenzia regionale per la ricostruzione post sisma, nominato a fine 2015 dal governo di centrosinistra.

nunzio luciano foto okPer il presidente della Cassa Forense Luciano, candidato l’anno scorso al Senato nelle file di Forza Italia, e per lo spin doctor di Anacapri Brunetti si tratta di un rinnovo per sei mesi, fino al 31 dicembre prossimo, stabilito con due diversi decreti presidenziali di Toma, i n. 26 e 27 del 2 luglio 2019. Con retribuzione, rispettivamente, di 22.500 euro per l’avvocato e di 11.250 per il fondatore di ‘Spin Factor’ - società specializzata in consulenza strategica e comunicazione politica con sedi a Roma e Napoli - omnicomprensivi, oltre al rimborso delle spese sostenute per eventuali missioni, fino a un importo massimo di 2mila euro.

Rinnovo fino a fine anno anche per Sellecchia, considerato politicamente molto vicino all’assessore Roberto Di Baggio: per l’avvocato nonché neo sindaco di Longano 17.427,54 euro, omnicomprensivi, del compenso per le funzioni di Commissario straordinario dell’Ente regionale per l’edilizia sociale nonché di commissario liquidatore degli Istituti Autonomi Case Popolari di Campobasso e Isernia. Ma in tal caso a stabilire la proroga dell’incarico è una delibera di Giunta, la n. 230 del 28 giugno scorso, che prevede anche l'onere, per l'incaricato, di presentare entro e non oltre il 30 settembre prossimo, una relazione sullo stato dell’arte di entrambe le gestioni liquidatorie, nonché una relazione dettagliata sullo stato di avvio dell’Eres e dei passaggi, subentri e trasferimenti già compiuti e in corso di definizione.

Delibera dell’esecutivo - n. 229 del 28 giugno - anche per l’architetto isernino, fratello dell’ex sindaco di Isernia Gigi Brasiello: ma per lui l’incarico a capo dell’Arps, l’Agenzia Regionale per la ricostruzione post sisma, vale 3 anni e una retribuzione di posizione nella misura di 37.753,40 euro l’anno, scaturita a seguito di una “ponderata valutazione e comparazione dei curricula professionali di tutti i dirigenti regionali agli atti dell’Amministrazione e dei soggetti esterni inclusi nell’apposito elenco degli idonei approvato con delibera di giunta regionale n. 9 del 23 gennaio 2019”. La nomina, che arriva dopo una iniziale proroga di 6 mesi (scaduta lo scorso 30 giugno) sempre del governo Toma, potrà cessare anticipatamente, si legge nella delibera 229, per sopraggiunta conclusione delle attività dell’Agenzia.

Nomina in continuità, dunque, con il governo Frattura: non certo la prima, visti i ruoli, blindati, del direttore del I Dipartimento Mariolga Mogavero e di altri dirigenti espressione diretta dell’ex presidente, come Marilina Di Domenico o Massima Pillarella.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy