Isernia, riaprire la biglietteria della stazione: Fanelli e Facciolla portano il caso in Consiglio regionale

Isernia, riaprire la biglietteria della stazione: Fanelli e Facciolla portano il caso in Consiglio regionale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Martedì prossimo la mozione dei consiglieri Dem



ISERNIA. Chiusa da gennaio scorso, con l’inizio del nuovo anno, la biglietteria della stazione di Isernia rappresenta un altro desolante esempio di come la città capoluogo di provincia sia in via di smantellamento, pezzo per pezzo, con tutti i suoi servizi. Dopo la presa di posizione di Emilio Izzo e, a livello politico, della consigliera regionale ex Lega Aida Romagnuolo, che si era appellata all’assessore ai Trasporti Vincenzo Niro, ci pensano ora i consiglieri del Pd a Palazzo D’Aimmo, Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla, a portare il caso in assise

Martedì prossimo, 16 luglio, sarà discussa un’apposita mozione -ìRiapertura della biglietteria della stazione di Isernia a cura di Trenitalia. Impegno al Presidente della Giunta della Regione Molise’ - con la quale i Dem chiedono al governatore Donato Toma e all’assessore Niro di lavorare al ripristino, immediato, della biglietteria. Un’azione che trova linfa nei recenti disagi patiti dai pendolari molisani della Campobasso-Roma che, di fronte al forte maltempo che ha fatto ritardare o addirittura saltare i treni nei giorni scorsi, sono anche rimasti all’oscuro di informazioni non essendoci modo di sapere, per le vie brevi, come fare a raggiungere la Capitale.

Il servizio, come evidenziato inoltre da Fanelli e Facciolla, riguarda comunque l’intera provincia e non solo il capoluogo pentro.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy