Dimissioni di Mazzuto, parla Toma: “Non ho recriminazioni su di lui, sto riflettendo”

Dimissioni di Mazzuto, parla Toma: “Non ho recriminazioni su di lui, sto riflettendo”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il chiarimento del governatore Donato Toma, dopo che l’assessore al Lavoro e alle Politiche sociali, oggetto di una mozione di sfiducia, respinta, ha rimesso le deleghe nelle sue mani



CAMPOBASSO. Seduti l’uno accanto all’altro, per presentare due importanti progetti, di contrasto alle situazioni di grave povertà e di emarginazione sociale.

Sembra cambiato poco da quando l’assessore della Lega Luigi Mazzuto, oggetto di una mozione di sfiducia finita 10 a 10, quindi respinta, ha rimesso le deleghe al Lavoro e alle Politiche sociali nelle mani del governatore Donato Toma. Come se la questione politica, l’assetto di Giunta e la verifica di maggioranza da una parte, e la questione amministrativa, la programmazione degli interventi, procedessero su due piani paralleli.

“Sapete tutti che l’assessore Mazzuto ha rimesso le deleghe nelle mie mani – sollecitati a chiarire è il presidente Toma a spiegare la situazione – Ho chiesto all’assessore di presentare le dimissioni, per aprire una fase di confronto e lui ha rassegnato le dimissioni. Adesso tocca a me decidere se accettarle. Ho ringraziato l’assessore Mazzuto per la collaborazione e voglio precisare che non ho recriminazioni nei suoi confronti”.

I tempi della verifica, che come Toma aveva avuto già modo di chiarire, “guarderanno alla politica regionale e al quadro nazionale”, saranno ancora lunghi. “Sto riflettendo e mi prenderò tutto il tempo possibile. Le decisioni importanti non vanno assunte in modo affrettato”.

Carmen Sepede

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy