Isernia, pratica in Prefettura per gli studenti Unimol, Calenda: “Ora l’università torni a Isernia”

Isernia, pratica in Prefettura per gli studenti Unimol, Calenda: “Ora l’università torni a Isernia”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’accordo per migliorare il percorso formativo per gli iscritti al Dipartimento di Bioscienze e territorio di Pesche. Positivo il commento della consigliera regionale Calenda


ISERNIA. Al via la collaborazione tra Prefettura di Isernia e Unimol. È stato siglato, infatti, nei giorni scorsi un protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione di un progetto tra l’Ufficio territoriale di Governo e l’Università, dipartimento di Bioscienze e Territorio di Pesche, per l’implementazione del percorso formativo degli studenti del corso di informatica, promuovendo l’apprendimento di competenze e tecniche sul campo tramite la previsione di attività pratica in Prefettura.

A commentare positivamente l’iniziativa, con la speranza che l’università possa tornare al centro di Isernia, la consigliera regionale Filomena Calenda. “La firma apposta dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise, professor Luca Brunese, e dal Prefetto di Isernia, dottoressa Cinzia Guercio, sull’Accordo Quadro per la realizzazione di progetti comuni e di reciproca collaborazione per la formazione, l’aggiornamento professionale e l’attività di tirocinio – afferma - è un passo estremamente importante, che getta le basi perché ad Isernia si torni a pensare in grande grazie all’istituzione Università.
L’intesa tra la Prefettura di Isernia e il Dipartimento di Bioscienze e Territorio dell’UniMol – prosegue Calenda - nei successivi step e secondo le dichiarazioni del neorettore Brunese, potrà ampliarsi ed estendersi agli studenti di Economia, Giurisprudenza e Scienze politiche, ma anche a quelli di tutti gli altri corsi di studio dell’Università del Molise. In questo modo, ed è l’auspicio comune, l’Università potrà tornare centrale e determinante non soltanto per la formazione culturale e professionale dei nostri giovani, ma anche per l’intero sistema socioeconomico della città di Isernia. Auspico, pertanto, una stagione di rinascita per il capoluogo pentro – conclude la consigliera regionale – nella quale dovranno giocare un ruolo determinante, facendo la propria parte, il Comune di Isernia e la Regione Molise”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale  

Privacy Policy