Campobasso, chiude il centro prelievi di via Toscana. La Cgil attacca l’Asrem e chiede sostegno a Gravina

Campobasso, chiude il centro prelievi di via Toscana. La Cgil attacca l’Asrem e chiede sostegno a Gravina

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Troppi i disagi e le ripercussioni sulla popolazione, soprattutto sugli anziani. Il sindacato dei pensionati chiede che il servizio sia riattivato e invita il sindaco di Campobasso ad ogni azione utile


CAMPOBASSO. Chiuso il Centro prelievi di via Toscana, con enormi disagi e ripercussioni su uno dei quartieri più popolosi del capoluogo. Il Sindacato pensionati non ci sta e attacca l’Asrem, rimarcando il servizio reso in favore anche e soprattutto degli anziani.

“Tale presidio ha assicurato, fino ad ora, un servizio importantissimo – scrivono dalla Cgil Medio Molise - ad una delle aree più popolose della comunità campobassana, oltre che a molti paesi limitrofi.

L’assenza di questo riferimento costringerà un elevato numero di cittadini, in maggioranza anziani, ad affrontare gravi disagi per recarsi presso altri centri prelievi della città”.

I presidi sanitari, nell’ottica di una medicina del territorio che avrebbe dovuto ‘sostituire’ le chiusure e i taglia alla Sanità pubblica, dovrebbero essere potenziati, non soppressi. Per questo la Cgil invita l’Asrem a riattivare, quanto prima possibile, il servizio prelievi di via Toscana e sollecita il sindaco Gravina, quale massimo responsabile della sanità cittadina, a porre in essere ogni azione atta a ripristinarlo.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy