Trasporti pubblici, sotto il solleone ad attendere il pullman: l’esasperazione dei pendolari

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Disagi segnalati sulla tratta Campobasso-Pescara e Campobasso-Termoli. Utenti costretti ad aspettare senza neanche una pensilina a ripararli. Mentre c’è anche chi viaggi in piedi


CAMPOBASSO. Trasporti pubblici, segnalati disagi sulla tratta Campobasso-Pescara e Campobasso-Termoli. “Siamo sotto il sole cocente di Pescara, senza pensilina e senza servizi – il racconto di una pendolare – in attesa di salire sul pullman e di fare il biglietto. A bordo. Mentre l’autista è sul mezzo con l'aria condizionata, tutte le persone, compresi gli anziani, sono sulla strada, sotto la canicola, ad attendere perché si sale in fila indiana e si attende la persona avanti che fa il biglietto. Dall’autista, visto che la macchinetta è bloccata dallo sterzo. Non ci sono bagni e su un viaggio di due ore e mezzo questo è un problema, con la sosta veloce a Termoli perché si deve ripartire”.

E se qualcuno si lamenta a volte arriva anche la risposta scortese, da chi evidentemente non prende in considerazione le condizioni in cui i pendolari sono costretti a viaggiare. E prima ancora ad aspettare il pullman, su un terminal che non può considerarsi un terminal, a Campobasso così come a Pescara.

Succede questo in estate. In inverno, riferiscono ancora i viaggiatori, è la situazione contraria, con le persone ad attendere sotto al freddo e alla pioggia l’apertura delle porte, che avviene cinque minuti prima della partenza.

Non sono invece stagionali i problemi di sovraffollamento. Con il rischio di viaggiare in piedi, per tutto il percorso, se si sale per ultimi a Termoli. Inaccettabile, visti anche i recenti rincari sul prezzo del biglietto. Un servizio di trasporti a cui si è affiancato da qualche tempo quello, più comodo e anche decisamente meno costoso, garantito da Flexibus, la compagnia privata che però non garantisce il servizio tutti i giorni.

Prendere il treno, almeno fino a Termoli, non è possibile – la tratta è chiusa – è allora per chi non vuole o non può muoversi in macchina l’alternativa non c’è. Se non quella di accettare anche situazioni limite.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings