Visita a sorpresa per Toma al ‘Veneziale’: mi aspettavo di peggio

Visita a sorpresa per Toma al ‘Veneziale’: mi aspettavo di peggio

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Il governatore in visita informale al nosocomio isernino, accompagnato dal sindaco che lo aveva invitato


ISERNIA. Telecamere spente per la visita informale di questa mattina del governatore Donato Toma all’ospedale ‘Veneziale’ di Isernia, che giunge raccogliendo l’invito della scorsa settimana del sindaco Giacomo d’Apollonio a verificare di persona lo stato dell’arte della struttura. Il primo cittadino aveva infatti, nel corso del Consiglio provinciale monotematico, esortato Toma a recarsi di persona presso la struttura ospedaliera.     

photo 2019 08 13 19 17 33Tema caldissimo, quello della sanità, che torna a mettere al centro il ‘Veneziale’ anche dopo la sospensione degli interventi di traumatologia voluta dal primario, il dottor Enzo Bianchi. Toma, in questi ultimi giorni, si è confrontato più volte con l’ormai ex sottosegretario Luca Coletto per apportare delle modifiche significative al Patto per la Salute, tra le quali una rivisitazione del decreto Balduzzi e un ruolo meno incisivo dei commissari nelle Regioni in piano di rientro dal debito. Ma prima ancora ha evidentemente voluto comprendere di persona quale fosse la situazione della struttura isernina: accompagnato dal sindaco d’Apollonio ha visitato diversi reparti, complimentandosi con il personale per la professionalità dimostrata.

“Mi aspettavo di peggio”, ha commentato forse di getto il presidente, constatando le criticità del pronto soccorso e la carenza del personale medico, sottolineando poi con d’Apollonio – che ha espresso molta soddisfazione per la visita del governatore, nella convizione che solo facendo squadra si potranno risolvere tali criticità – la necessità di potenziare la rete di soccorso per le malattie tempo-dipendenti.

Su qualsiasi decisione riguardante il presidio, comunque, il governatore ha spiegato che si dovrà attendere la nomina del nuovo direttore generale dell’Asrem: quello, senza possibilità di anticipo, sarà il momento in cui il futuro del ‘Veneziale’ potrà essere definito con certezza.

Pietro Ranieri

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy