Centrodestra, la crisi ‘parte’ da Isernia. Scarabeo fa il pompiere: Ricci lavorerà per tutto il territorio

Centrodestra, la crisi ‘parte’ da Isernia. Scarabeo fa il pompiere: Ricci lavorerà per tutto il territorio

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La bomba politica innescata dall'elezione del sindaco di Venafro alla guida della Provincia pentra. Il consigliere regionale smorza i toni, è più importante aprire un confronto sui temi


ISERNIA. La vittoria di Alfredo Ricci, neo presidente della Provincia di Isernia, come simbolo del ruolo che dovrà assumere l’area del Venafrano nello scacchiere politico regionale.

La considerazione del consigliere regionale Massimiliano Scarabeo non si limita, quindi, agli auguri di rito rivolti al primo cittadino di Venafro che ha catalizzato il voto ma ad una visione più ampia su un orizzonte territoriale che reclama attenzione. ““Una vittoria importante, quella del sindaco di Venafro, Alfredo Ricci, eletto Presidente della Provincia di Isernia, il quale, sono certo, saprà ben interpretare le varie esigenze provenienti da un territorio nevralgico per l’intero ‘sistema’ Molise. Un’affermazione che evidenzia, oltre a tutto il resto, anche il ruolo importante che può assumere l’area del Venafrano all’interno della provincia pentra. Un territorio, questo, con importanti problematiche ancora da risolvere, tra cui la tutela ambientale e la sanità, in modo particolare”.

Ma Scarabeo compie anche un altro passo, distensivo questa volta nei confronti della crisi del centrodestra che l’elezione di Ricci ha di fatto aperto ufficialmente.

Il consigliere regionale del Gruppo Misto, che ormai da mesi è ‘parte’ (anche se ancora non si registrano passi ufficiali in tal senso) della federazione che riunisce i partiti politici di Giorgia Meloni e Raffaele Fitto (e che in Consiglio regionale conta sui consiglieri Pallante, Iorio e Scarabeo appunto) getta acqua sul fuoco, contrariamente invece alle dichiarazioni inequivocabili del già presidente della Regione che ieri ha accusato senza filtri quella parte del centrodestra regionale che ha scelto di appoggiare un altro candidato.

“Al di là della lettura politica che si vuole dare a questo risultato, personalmente ritengo sia più importante aprire un serio confronto sui temi, da parte di tutte le forze politiche che si sono ‘battute’ per guidare la Provincia di Isernia. Sono convinto che il presidente Ricci inizierà questa sua nuova avventura istituzionale partendo da questa idea di collaborazione fattiva per amministrare al meglio l’intero territorio provinciale, come lui stesso ha dichiarato. Ritengo sia l’unica maniera per ottenere i migliori risultati che vadano oltre ogni sfumatura politica si vuole dare a questa competizione”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy