Cucine ancora chiuse all’Alberghiero: il M5S incalza Regione e Provincia di Isernia

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il portavoce a Palazzo San Francesco Mino Bottiglieri lancia il suo appello al nuovo presidente dell’ente di via Berta Alfredo Ricci affinché “metta mano a questa vergognosa situazione e ponga fine nel più breve tempo possibile ad uno scempio che grida vendetta”


AGNONE/ISERNIA. Mancano ormai poche settimane all’inizio dell’anno scolastico e il laboratorio cucine dell’istituto alberghiero di Agnone è ancora chiuso. Sul caso si registra l’intervento del portavoce del Movimento 5 Stelle al Comune di Isernia Mino Bottiglieri che incalza la Regione e chiede un intervento del nuovo presidente della Provincia Alfredo Ricci.

“Già nel novembre 2018 – ricorda Bottiglieri -, il MoVimento 5 Stelle Molise presentò una mozione in Consiglio Regionale con la quale intendeva attivare la Giunta al fine di assicurare l’immediata apertura del laboratorio cucine presso l’Istituto Alberghiero di Agnone, rimasto chiuso a causa del trasferimento della scuola in altri locali. E’ trascorso quasi un anno, siamo prossimi all’inizio di un nuovo anno scolastico ma delle cucine tanto attese nemmeno l’ombra! La mozione fu discussa in Consiglio Regionale soltanto lo scorso giugno mentre nel frattempo, ad aprile di quest’anno, la Giunta guidata da Donato Toma deliberò una ‘riprogrammazione’, a valere sui fondi FSC 2000-2006, al fine di concedere alla Provincia di Isernia (ente attuatore), il finanziamento dei lavori di completamento infrastrutturale delle cucine dell’IPSSEOA di Agnone per l’importo di 165.000,00 euro.

Eppure, nonostante in data 18.06.2019 vi è stata l’approvazione della mozione presentata originariamente dal MoVimento5 Stelle Molise, a tutt’oggi siamo ancora al punto di partenza: zero finanziamenti, zero cucine. Giova altresì segnalare che la mozione è stata approvata con il voto contrario del presidente Donato Toma, il quale sostenne, durante la discussione, che con la citata delibera di Giunta la Regione Molise si era già attivata per risolvere il problema. E nemmeno hanno sortito effetto le segnalazioni riguardo l’importanza di tale Istituto Professionale per tutta la provincia di Isernia e non solo: la scuola è, appunto, l’unica sede nazionale per il riconoscimento e proclamazione dei ‘prodotti topici nazionali’.

Dovrebbe pertanto rappresentare, per l’intera regione Molise, un fiore all’occhiello di cui vantarsi. Ma tant’è: nonostante mozioni, richieste di finanziamento, delibere di Giunta e riprogrammazioni, dopo un anno siamo ancora fermi al palo. E forse a questo palo resteremo impiccati se continueremo ad essere amministrati da un tale governo regionale. Il MoVimento 5 Stelle Isernia – conclude Bottiglieri -, in quanto gruppo locale della città capoluogo di provincia, non può astenersi dal segnalare tali circostanze e auspica che il nuovo presidente dell’ente di via Berta metta mano a questa vergognosa situazione e ponga fine nel più breve tempo possibile ad uno scempio che grida vendetta”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings