Isernia, il Giardino dei ricercatori tra incuria e degrado: tuona CasaPound

Isernia, il Giardino dei ricercatori tra incuria e degrado: tuona CasaPound

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Francesca Bruno non fa sconti: inutile chiedere all'amministrazione di intervenire, si dimettano ed evitino altri danni alla città


ISERNIA. Abbandono, incuria, pavimentazione sconnessa e degrado tornano a farla da padrone nel Giardino dei Giovani Ricercatori, a Isernia. Su segnalazione di alcuni cittadini residenti in zona, arriva la denuncia pubblica di CasaPound con la consigliera Francesca Bruno, che tuona contro l'amministrazione comunale di Giacomo d'Apollonio.

05 "Questo spazio di aggregazione sociale è uno dei pochi rimasti in città e versa in condizioni penose - dichiara la Bruno - Ricordo ai miei concittadini che l'unico momento in cui è stato messo in sicurezza e reso decoroso è stato quando CasaPound ha organizzato una giornata di riqualificazione", ripulendo di propria iniziativa la fontana da rifiuti abbandonati ed erbacce.

"Isernia è preda del degrado - continua la giovane consigliera - e amministrata da gente che pensa solo ai bilanci e a fare soldi sulla pelle dei cittadini già vessati fino allo stremo. Non serve neanche chiedere a questa giunta di intervenire per riqualificare il parco; l'unica cosa he posso chiederle - conclude l'esponente di CasaPound - è di dimettersi e di andarsene a casa il prima possibile, evitando così di fare ulteriori danni".

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy