Ex cantonieri provinciali, la vertenza approda anche sul tavolo del presidente Ricci

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’annuncio da parte del comitato ‘Osvaldo Pallotta’, che torna ad invocare la stabilizzazione di 34 operai precari


ISERNIA. La vertenza per la stabilizzazione degli operai cantonieri della Provincia di Isernia prosegue. Ed approderà anche sul tavolo del nuovo presidente Alfredo Ricci.

Ad annunciarlo il comitato operaio ‘Osvaldo Pallotta’, che ripropone la piattaforma rivendicativa, condivisa anche con il Pcl e con la Cisl Fp nei mesi scorsi.

“Abbiamo già dimostrato, - reca una nota - come questa stabilizzazione sia possibile sin dal 2017 per tutte le 34 unità part time al 50%: con i parametri assunzionali in deroga (art.20 comma 3) ne possono essere stabilizzati 17, gli altri 17 rientrano abbondantemente nei margini giuridici ordinari.

Per la copertura finanziaria abbiamo dimostrato che basta il 2-4% delle entrate correnti dell’attuale bilancio provinciale, tanto più che la Provincia ha come funzione e attività primaria proprio la cura della viabilità, e non si giustifica una pianta organica senza operai cantonieri. Senza contare che i fondi di tale servizio destinabili a detta stabilizzazione vengono invece impiegati per la privatizzazione, molto più costosa e meno efficiente”.

Si tratterebbe di dare una risposta al dramma occupazionale di questi ex operai, peraltro già vincitori di una causa di lavoro, da oltre 225mila euro, per abuso di precariato. Soldi che la Provincia avrebbe risparmiato e magari reinvestito sul servizio stesso – fanno notare i ricorrenti – se solo si fosse proceduto all’agognata assunzione.

Rivendicazioni che, dunque, andranno avanti: dalla Regione alla Provincia, per una soluzione possibile.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

 

Change privacy settings