Un ‘pezzo’ di Molise nel Conte bis: il ministro Boccia docente Unimol

Un ‘pezzo’ di Molise nel Conte bis: il ministro Boccia docente Unimol

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Nato a Bisceglie, da anni insegna a Campobasso. A lui è stato assegnato il dicastero degli Affari regionali e delle autonomie. Le congratulazioni del rettore Luca Brunese, che ha espresso la soddisfazione dell’Università per la sua nomina


CAMPOBASSO. C’è un ‘pezzo’ di Molise nel Conte bis. Nella lista dei ministri appena indicata dal presidente del Consiglio incaricato c’è Francesco Boccia, che molisano è bene dirlo non è, ma che con il Molise ha un legame particolarmente stretto, essendo professore associato Unimol.

Nato a Bisceglie, da anni Boccia insegna a Campobasso Economia aziendale al Dipartimento giuridico. E dal 2016 presiede il Centro di ricerca interdisciplinare su Governance e Public policies dell'Unimol.

Da sempre nel Pd, nel 2017 Boccia si era schierato con il governatore della Puglia, quando Michele Emiliano si è candidato alla segreteria dem contro Matteo Renzi e Andrea Orlando. Quindi il sostegno a Nicola Zingaretti, che qualche mese fa lo ha nominato responsabile Economia e società digitale del Partito democratico.

Una curiosità. Francesco Boccia è il marito dell’ex ministro delle Politiche agricole del Governo Letta Nunzia De Girolamo, già commissario di Forza Italia in Molise. Una regione che entra spesso nel destino della loro famiglia, non c'è che dire.

E a Francesco Boccia sono arrivate le congratulazioni del rettore Luca Brunese e dell’Unimol, che ha accolto con grande soddisfazione la notizia della sua designazione a ministro.

“Voglio esprimere al professor Boccia, a nome di tutta la nostra comunità accademica – il commento del rettore - i migliori auguri di buon lavoro. In questi anni abbiamo avuto modo di apprezzare il suo impegno, quale presidente del nostro Centro di Ricerca su Governance e Public Policies e siamo certi che saprà far fronte alle alte responsabilità che lo attendono, in un dicastero oggi di indubbia centralità, con l’autorevolezza e la competenza che in tanti gli riconosciamo”.

C.S.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy