Ambiente, 10mila euro dal M5S per lo studio epidemiologico nella Piana di Venafro

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I portavoce del Movimento in Consiglio regionale bonificano la somma per contribuire agli studi sull’inquinamento nella zona considerata la più a rischio in Molise


CAMPOBASSO/VENAFRO. Dalle promesse ai fatti, evidenziano. E annunciano l’avvenuto versamento di un contributo di 10mila euro in favore del Comune di Venafro, da investire nello studio epidemiologico nella Piana.

Soldi accantonati ogni mese per “capire una volta per tutte le cause dell’inquinamento in una delle zone più a rischio del Molise”. Si tratta dei portavoce del Movimento Cinque Stelle in Consiglio regionale, che nell’occasione esortano la Regione a sbloccare i fondi destinati al medesimo scopo e a dotarsi di un Osservatorio epidemiologico.

“Finora – si legge così in una nota stampa - la Regione ha sempre parlato di appositi stanziamenti ma di concreto, a quanto pare, ancora non c’è nulla. I 10.000 euro donati dal MoVimento 5 Stelle, invece, ci sono e sono già a disposizione del Comune per dare risposte concrete alle preoccupazioni di tanti cittadini residenti in tutta l’area.

Aggiungiamo – ancora il comunicato - che abbiamo avuto rassicurazioni da parte del sindaco di Venafro, Alfredo Ricci, che qualora i soldi non dovessero essere utilizzati per lo studio epidemiologico, torneranno al MoVimento 5 Stelle per essere impegnati a favore dei molisani come sempre fatto in questi anni.

Ad ogni modo – di qui il monito - siamo certi che la notizia del nostro bonifico servirà a scuotere l’amministrazione regionale e a sbloccare i fondi per lo studio.
Il nostro impegno sul tema ambientale, tuttavia, prosegue e guarda in tutte le direzioni. Da anni il MoVimento 5 Stelle sostiene che la Regione debba dotarsi di un Osservatorio epidemiologico con professionisti validi, debba mettere il Registro Tumori nelle condizioni di lavorare con efficacia ed efficienza, debba elaborare i dati del Registro di Mortalità che esistono o, laddove carente, verificare nei Distretti sanitari eventuali responsabilità per questo stato di cose. Solo con queste azioni – conclude la nota - potremmo garantire risposte concrete ai cittadini della Piana di Venafro e a tutti i molisani”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings