L’ultimo atto del ‘Conte one’: firmato il decreto che istituisce la Zes Molise e Puglia

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

L’annuncio del ministro per il Sud Barbara Lezzi, che ha ringraziato le due Regioni per il lavoro svolto. La soddisfazione del governatore Toma: “Risultato importante per il rilancio della nostra economia”.


CAMPOBASSO. Zes Adriatica, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato, su proposta del ministro per il Sud Barbara Lezzi, il decreto per l'istituzione della Zona economica speciale Molise e Puglia. Per il via libero definitivo allo strumento, che prevede vantaggi sotto forma agevolazioni fiscali e semplificazioni burocratiche per le imprese che decidono di investire nelle due regioni, manca solo il via libera della Corte dei Conti.

“Si tratta di un risultato molto importante per il Nord della Puglia e per il Molise – il commento del ministro Lezzi - che apre a nuove possibilità di investimenti, sviluppo imprenditoriale e occupazionale. Ringrazio le due Regioni, per la collaborazione che in questi mesi hanno dimostrato tra di loro e nei confronti del Governo".

Sviluppo che riguarderà in particolare l’area costiera del Molise, con il rilancio del porto di Termoli e di un territorio perimetrato in 516 ettari, che tocca anche diversi comuni dell’entroterra.

“Sono davvero contento – il commento a caldo del governatore Donato Toma - per aver incassato, in così breve tempo, un risultato che porterà notevoli benefici al Molise. Invogliare le imprese ad investire sul territorio significa rimettere in moto un sistema produttivo, che recherà vantaggi anche in termini di posti di lavoro. Zes, dunque, come mezzo per attrarre gli investimenti, ridurre le burocrazie, accompagnare gli insediamenti, attivare ricchezza e lavoro”.

Com’è noto, le finalità della Zes sono quelle di favorire la creazione di condizioni favorevoli in termini economici, finanziari e amministrativi per lo sviluppo delle imprese già operanti, nonché per l’insediamento di nuove imprese in zone prossime a porti, aree retroportuali, piattaforme logistiche.

“Voglio ringraziare – ha aggiunto Toma - la struttura regionale che, in meno di un anno, partendo da zero, è riuscita a portare a compimento l’iter procedurale, ma soprattutto il ministro Barbara Lezzi che, sin dai primi incontri, si è dimostrata entusiasta del Piano strategico, presentato dalla Regione Molise a dicembre dell’anno scorso e che ha lavorato sodo affinché la Zes Adriatica divenisse realtà”.

C.S.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings