Gam, il tempo stringe: operai dal Prefetto Federico per accelerare i tempi della convocazione al Mise

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Questa mattina il presidio in piazza, con i lavoratori e i sindacati fanno pressing perché dagli esiti del tavolo tecnico si comprenderà quale strada intende percorrere Amadori


CAMPOBASSO. Una vicenda che si trascina da troppo tempo, che tiene in ostaggio famiglie e destini, che sembra un tunnel del quale non si intravede la luce.

Gli operai Gam questa mattina sono in presidio davanti alla Prefettura di Campobasso, in attesa di essere ricevuti dal Prefetto Maria Guia Federico.

Con loro ci sono i rappresentanti sindacali, alcuni esponenti politici (Micaela Fanelli, Michele Iorio, Antonio Federico e Andrea Greco): l’obiettivo dell’incontro è quello di fare pressing per accelerare la convocazione del tavolo al Mise, passo indispensabile per capire cosa intende fare la Amadori.

Il capogruppo Pd in Consiglio regionale analizza la vicenda anche alla luce delle novità introdotte con il Governo Conte bis: uno spiraglio in più per accelerare i tempi che si sono dilatati a causa della crisi romana.

Il tempo stringe e di certo non è  alleato dei lavoratori: la cassa integrazione sta per scadere, si paventa un altro periodo di incertezza ma per i lavoratori l’obiettivo era e resta uno solo.

Lavorare, tornare ad essere produttivi. La cig è l’ultima spiaggia, il pensiero resta fisso su quello che è l’obiettivo di migliaia di molisani.

Nelle parole dei sindacalisti D'Aloia (Uil) e Notaro (Cisl) tutta la drammaticità del momento che, purtroppo, sembra non finire mai.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale