Isernia, ‘fuoco incrociato’ sulla giunta d’Apollonio: chiesta la verifica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il gruppo dei Popolari, con i consiglieri Antonelli, Formichelli e Onorato, invoca un Consiglio comunale urgente con all’ordine del giorno la relazione sull’operato di ogni singolo assessore, per l’accertamento del raggiungimento degli obiettivi


ISERNIA. ‘Resa dei conti’ al Comune di Isernia. Il gruppo dei Popolari in Consiglio comunale (nella foto in basso, ndr), anima critica della maggioranza, con il supporto del consigliere Mario Antonelli di Fratelli d'Italia e delle esponenti d’opposizione Rita Formichelli e Fabia Onorato, chiede una sorta di ‘verifica’ circa l’operato degli assessori della giunta d’Apollonio.

popolari per litaliaE lo fa attraverso la presentazione di una richiesta di Consiglio urgente con all’ordine del giorno, oltre alle interrogazioni verbali, la ‘relazione da parte dei singoli assessori sull’attività svolta ad oggi, nei settori di competenza delle rispettive deleghe, ai fini della verifica del raggiungimento degli obiettivi come da programma’.

Un’istanza che fa il paio con quella avanzata durante la riunione dell’assise civica del 13 agosto scorso, proprio da Rita Formichelli, la quale, senza mezzi termini e facendo nomi e cognomi, invocò la revoca degli assessori Chiacchiari, Matticoli e Guglielmi, esprimendo un giudizio negativo sul loro operato.

Alla richiesta di verifica ora si associano però anche i Popolari, i quali, considerata la fedeltà all’amministrazione, nonostante i ‘pungoli’, e alla luce del riconoscimento dato dal sindaco al gruppo di ‘Isernia Migliore’ con l’assessorato a Linda Dall’Olio, potrebbero ambire a ‘piazzare’ un proprio esponente in giunta, forti anche dei propri numeri. Oppure ad ottenere altra ‘visibilità’, dal momento che – stando alle dichiarazioni rese dal sindaco proprio a isNews a margine delle elezioni per la presidenza della Provincia – un’indicazione dal gruppo per un proprio membro nell’esecutivo non sarebbe mai stata inoltrata all’indirizzo del primo cittadino.

In ogni caso, si tratta di un ordine del giorno che scuote l’equilibrio di una maggioranza in continua tensione. E col rischio di ‘fuoco amico’ sempre dietro l’angolo.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings