Contratto di sviluppo, Conte annuncia il suo ritorno in Molise: l’11 ottobre sarò a Campobasso

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La data, che circolava da giorni, è stata ufficializzata dallo stesso premier, oggi in Sardegna per presiedere la riunione sul Cis dell'area di Cagliari. Per la regione in campo finanziamenti per 220 milioni di euro. Tra le opere previste anche l’ampliamento della stazione sciistica di Campitello Matese, che si farà pur con l’esclusione della società privata Ecomont


di CARMEN SEPEDE

CAMPOBASSO. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Campobasso l’11 ottobre, per firmare il Contratto di sviluppo del Molise. La data, che circolava da alcuni giorni, è stata ufficializzata dal premier, oggi in Sardegna per presiedere il Tavolo per il Cis di Cagliari.

“Apprezzo che questa sala sia affollata di rappresentanti di enti locali, categorie, società civile – le parole di Conte - Qui il colore politico di chi propone un progetto non conta, per me contano solo i progetti e la loro sostenibilità”. Precisazioni queste che hanno suscitato l’applauso in sala.

“Abbiamo già realizzato un Cis per la Capitanata – le parole riferite al Molise - mentre l'11 ottobre saremo a Campobasso, per approvare un secondo Cis".

Quella in programma per la prossima settimana è la terza visita di Conte in Molise, che è già stato a Campobasso a febbraio, per incontrare i sindaci e i rappresentanti delle istituzioni, e poi ad aprile, per una prima riunione tecnica, prima che il Tavolo sul Cis si spostasse a Roma.

I dettagli della visita, con gli orari dell’arrivo di Conte in regione, saranno comunicati nei prossimi giorni. Quel che è certo è che la sottoscrizione del Cis avverrà in Prefettura, a Campobasso.

Con la firma del Contratto di sviluppo al Molise saranno assegnati finanziamenti per 220 milioni di euro, destinati a 66 progetti, con la graduatoria che potrebbe tuttavia essere rivista, se dall’elenco definitivo saranno eliminati interventi risultati non cantierabili. Oltre la metà dei fondi sono stati destinati alla riqualificazione e alla promozione dei tratturi del Molise, progetto che da solo ha ottenuto 129 milioni di euro.

Ma nell’elenco delle opere finanziate ci sono anche il collegamento, per mezzo di un trenino su rotaia, tra il centro storico di Campobasso e il Castello Monforte, per 18 milioni e mezzo di euro, il piano regolatore portuale di Termoli (23 milioni) e il completamento dell’auditorium di Isernia (13 milioni di euro). Dotazione finanziaria che dovrebbe essere incrementata nella fase due. Nella lista anche l’ampliamento della stazione sciistica di Campitello Matese, che sarà realizzato dall’amministrazione comunale e non dalla privata Ecomont, esclusa dal finanziamento per un contenzioso in corso, come ha riferito in Consiglio regionale il governatore Donato Toma, componente del consiglio sindacale della società fino a sei anni fa.

"Il Contratto istituzionale di sviluppo – le parole che Conte ha rivolto nei giorni scorsi al leader della Cgil Maurizio Landini - ha questo di particolare: quando ho lanciato l'idea ho incontrato un sacco di sindaci dell'area interessata, rappresentanti delle parti sociali, di categoria, imprenditoriali, tutti gli stakeholder interessati, perché non si può pensare di lanciare un territorio se non in una visione integrata. Ho detto loro: sono qui per promuovere questo contratto, non vi porto soldi o progetti, i progetti li dovete immaginare voi, voi conoscete questa vostro territorio, voi conoscete la prospettiva effettivamente reale che può offrire, la sostenibilità del progetto".

inutile portare con la forza del Governo una singola impresa nel territorio – ha affermato il premier – dobbiamo creare sistema ed è stato un successo enorme. Per il Molise io mi aspettavo venti, trenta, cinquanta progetti. Nel abbiamo superato il numero di trecento e c’è di tutto: valorizzazione del territorio, risorse naturali, nuove attività produttive, percorsi enogastronomici e turistici, di tutto".

Parole, queste del capo del Governo, che dimostrano grande attenzione al Molise. Già testimoniata dalle sue visite a Campobasso. Mai, finora, lo stesso presidente del Consiglio è stato in regione per tre volte in meno di un anno. Due durante il ‘Conte uno’. La terza, quella della prossima settimana, durante il ‘Conte bis’.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings