‘Dopo di noi’, il centrodestra al presidente Toma: pressing sul Governo per avere i fondi

‘Dopo di noi’, il centrodestra al presidente Toma: pressing sul Governo per avere i fondi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Approvata oggi in Consiglio regionale una mozione in cui si chiede di attuare gli interventi previsti dal piano sulla non autosufficienza. Ok anche alla mozione di Paola Matteo sulla riattivazione dell’Osservatorio regionale delle politiche sociali


CAMPOBASSO. Legge sul ‘Dopo di noi’ e piano nazionale triennale per la non autosufficienza, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità una mozione del centrodestra, prima firmataria Mena Calenda.

L’atto di indirizzo parte dalla presa d’atto del fatto che nell’ultima riunione della Commissione Politiche sociali della Conferenza Stato-Regioni, all’ordine del giorno era previsto l’esame del piano e il riparto dei fondi per il 2019. La discussione sull’argomento in quella sede era stata rimandata, in quanto erano emerse delle criticità circa la programmazione nazionale in tema di non autosufficienza e disabilità a causa della soppressione del Ministero della Disabilità, con delega rimasta incardinata nella Presidenza del Consiglio dei Ministri. Da qui l’impegno chiesto al governatore Donato Toma e all’assessore alla Politiche sociali Luigi Mazzuto, di attivarsi con il Governo affinché si sblocchino quanto prima le risorse destinate alle Regioni.

Il voto in mattinata. Nel pomeriggio il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la   mozione   proposta   dalla capogruppo di Orgoglio Molise sulla riattivazione dell’Osservatorio regionale delle Politiche sociali, non attivo dal 2014. “Credo che l’Osservatorio regionale delle politiche sociali in questo momento storico della nostra regione sia fondamentale – ha detto Matteo - perché stiamo   affrontando   varie   emergenze   che riguardano il dilagante fenomeno della droga, dell’alcool, della ludopatia e della violenza di genere. Per affrontare questi argomenti sensibili abbiamo bisogno di avvalerci di un metodo di tipo scientifico, non è possibile elaborare politiche così importanti senza valutare l’osservazione dei dati. Solo partendo da questo studio, possiamo avere il quadro complessivo delle varie realtà e programmare in maniera innovativa e concreta”.

Mozione, dunque, che impegna il presidente della Regione Toma a ridar vita e operatività all’osservatorio, garantendo risorse adeguate. Previsto un   monitoraggio periodico e costante sullo stato di attuazione dei piani sociali di zona, anche per avere una fotografia più completa sulla conoscenza dei bisogni sociali di tutto il territorio molisano”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy