Decreto ‘strappa-cartelle’, in Molise niente sanatoria per i vecchi bolli auto

Decreto ‘strappa-cartelle’, in Molise niente sanatoria per i vecchi bolli auto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La regione non rientra nella rottamazione prevista dal Governo, in quanto la riscossione dei tributi è affidata alla Ica-Creset che non ha aderito all’iniziativa


CAMPOBASSO/ISERNIA. Nei giorni scorsi il caos, quando numerosi automobilisti si sono visti recapitare una serie di preavvisi di fermo amministrativo relativi a bolli d’auto non pagati ma prescritti. E l’associazione Pro-Trignina si è messa sul piede di guerra.

Oggi una nuova tegola si abbate sui molisani un po’ indisciplinati. Il Molise non godrà dei benefici previsti dal decreto fiscale 2019, cosiddetto ‘strappa-cartelle’: la sanatoria per le tasse auto non pagate dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, con cartelle fino a un massimo di mille euro.

La regione non rientrerebbe nel maxi condono, in quanto la riscossione dei tributi non è affidata all’Agenzia delle Entrate, bensì alla Ica-Creset, società quest’ultima che non ha aderito all’iniziativa della rottamazione.

Niente da fare, dunque, per quanti pensavano di potersi mettere l’anima in pace.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy