L’appello alle istituzioni degli ex dello Zuccherificio, Ortis: presto un incontro con il ministro del Lavoro

L’appello alle istituzioni degli ex dello Zuccherificio, Ortis: presto un incontro con il ministro del Lavoro

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il caso discusso a Termoli nel corso di un Consiglio comunale monotematico. Il senatore pentastellato si impegna a favorire un ‘colloquio’ tra l’amministrazione e Nunzia Catalfo al fine di risolvere l’annosa vertenza




TERMOLI. Riflettori nuovamente accesi sul caso degli ex lavoratori dello Zuccherificio del Molise, mai ricollocati nel mercato del lavoro e con gli ammortizzatori sociali in scadenza.
Ieri, a Termoli, di scena un Consiglio comunale monotematico sulla questione, chiesto dal gruppo del Movimento Cinque Stelle in assise e da quello di Rete della Sinistra, su sollecitazione degli ex dipendenti in esubero e senza risposte ormai dal 2016.
Lanciato, nella circostanza, con approvazione di un ordine del giorno ad hoc, un appello alla politica regionale e nazionale, affinché si trovi una soluzione all’annosa vicenda.
E subito il senatore pentastellato Fabrizio Ortis, presente alla riunione dell’assise civica, ha accolto il ‘grido’ lanciato, impegnandosi a fare da tramite tra l’amministrazione comunale e il ministro del Lavoro.


“Nel ringraziare il sindaco Roberti per l’ospitalità - ha detto il portavoce Cinque Stelle al Senato – voglio assicurare l’aiuto mio e degli altri parlamentari del MoVimento affinché egli possa avere quanto prima un colloquio con il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo. La vertenza lavoro nel basso Molise – ha aggiunto Ortis - è purtroppo una ferita ancora aperta che non può essere trattata con leggerezza e disinvoltura: in gioco ci sono i destini di tante famiglie, spesso monoreddito, che vivono da troppo tempo in condizioni di disagio. La discussione si è incentrata su cosa possano fare in concreto le amministrazioni pubbliche per intervenire a loro tutela, cercando di arginare il dramma della perdita degli ultimi ammortizzatori sociali, ormai prossimi alla scadenza. In particolare, la Regione Molise, con tutta una serie di bandi per le politiche attive in uscita, può e deve garantire nuove opportunità di un’occupazione a queste persone, che vanno salvaguardate con il massimo impegno da parte di tutti. E stata infatti la Regione, nelle precedenti gestioni di centrodestra e centrosinistra, a creare il problema e ora ha il dovere di risolverlo. Per farlo – conclude - dovrà smettere di illudere la povera gente con un bando sullo Zuccherificio come quello che sta portando avanti, colpevolmente, il governo Toma”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Privacy Policy