Il Consiglio regionale celebra il ‘Giorno della memoria’. Per non dimenticare le vittime del terremoto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La seduta, a carattere straordinario, ha preceduto la celebrazione che si è svolta a San Giuliano di Puglia


CAMPOBASSO. Il Consiglio regionale del Molise ha commemorato le vittime del terremoto del 31 ottobre 2002. Lo ha fatto in una cerimonia a carattere straordinario, che ha preceduto la celebrazione svolta a San Giuliano di Puglia, dove 17 anni fa, nel crollo della scuola 'Jovine', persero la vita 27 bambini e la loro maestra. Altre due persone morirono nel crollo delle loro abitazioni.

La seduta nel ‘Giorno della memoria’, istituita nel 2003 per ricordare i piccoli Angeli di San Giuliano e la altre vittime della tragedia. “Una ricorrenza – ha detto il presidente del Consiglio Salvatore Micone – che non deve servire solo a commemorare le vittime di quella tragedia, ma anche a riflettere su quell'evento e sul diritto-dovere di migliorare la prevenzione nelle scuole". A intervenire in aula, per la maggioranza, la consigliera di Orgoglio Molise Paola Matteo, e per l'opposizione la dem Micaela Fanelli.

Dal 2003, ha ricordato il vice presidente della Giunta Vincenzo Cotugno, in tutte le scuole si svolgono attività didattiche dedicate alla celebrazione del 'Giorno della memoria' e alla sensibilizzazione sulla sicurezza delle scuola. "Un modo - per ricordare quella tragedia – ha dichiarato Cotugno - ma anche per riflettere sull'importanza della vita".

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale