Isernia, salta il Consiglio comunale. L’opposizione alza il tiro: sindaco, dimettiti

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La riunione non si è tenuta per mancanza del numero legale. Duro l’attacco di Lega, Forza Italia e Alleanza per il Futuro. Per la maggioranza nulla di drammatico: “E’ la seconda volta che capita in tre anni e mezzo”. Si torna in aula martedì 5 novembre in seconda convocazione



ISERNIA. Era stata fissata per ieri pomeriggio alle ore 17 la seduta del Consiglio comunale di Isernia. Ma, per mancanza del numero legale, la riunione è stata rinviata a martedì 5 novembre (ore 17), in seconda convocazione.

Quanto accaduto ha scatenato la dura reazione delle forze di centrodestra a Palazzo San Francesco. Dai banchi dell’opposizione è stato infatti stigmatizzato “il comportamento dell’amministrazione che in massa ha disertato la seduta del Consiglio comunale non consentendo il raggiungimento del numero legale”.

Sul piede di guerra i consiglieri Stefano Testa (capogruppo della Lega-Salvini premier), Raimondo Fabrizio (capogruppo di Forza Italia) e Giovancarmine Mancini (capogruppo di Alleanza per il Futuro).

“Ancora una volta l’amministrazione d’Apollonio – scrivono in una nota congiunta - ha dato prova di assoluta carenza di rispetto per la città di Isernia, per i suoi cittadini e per le istituzioni. Il sindaco prenda atto dello sfaldamento della sua maggioranza e, per il bene della città, rassegni al più presto le sue dimissioni. Isernia ha bisogno di vivere”.

Di tutt’altro avviso la maggioranza, per la quale non si è trattato di un fatto così grave. Contattati da isNews, alcuni esponenti hanno replicato alle accuse formulate nei loro confronti. “E’ solo la seconda volta in tre anni e mezzo che si verifica questa situazione – hanno evidenziato - Non è affatto una mancanza drammatica, anche perché non c’erano scadenze fissate per la giornata di ieri. La seconda convocazione era ed è prevista in partenza, in alcuni comuni molisani il Consiglio si riunisce quasi sempre in seconda battuta. Se la maggioranza ha o non ha i numeri, si vedrà in aula martedì”.

Una maggioranza che, tuttavia, mostra alcune crepe già da qualche mese, come dimostrano le continue prese di distanza anche del gruppo dei Popolari per l'Italia, con il quale i rapporti restano tesi.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings