Chi si rifugia all’interno dell’ex Roxy? Sopralluogo a sorpresa del sindaco Gravina

Chi si rifugia all’interno dell’ex Roxy? Sopralluogo a sorpresa del sindaco Gravina

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Trovate tracce evidenti di frequentazioni umane. Il Comune chiederà alla Regione di murare i varchi d’accesso. La struttura non è però pericolante, per cui non si può pensare all’abbattimento


CAMPOBASSO. Tracce evidenti della presenza di qualcuno all’interno dell’ex Roxy, il vecchio albergo in disuso al centro della città. E’ quello che è risultato evidente dal sopralluogo a sorpresa che il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, accompagnato dai vigili urbani, dal dirigente della Polizia municipale, dai rappresentanti dei Vigili del Fuoco ha svolto questa mattina, nell’edificio di piazza Savoia, di proprietà della Regione Molise.

Dopo le ripetute segnalazioni giunte sia alle forze dell’ordine che all’amministrazione comunale, il primo cittadino ha potuto verificare di persona le reali condizioni della struttura e ciò che vi si trova all’interno.

roxy due“L’edificio dell’ex Roxy, come abbiamo constatato anche questa mattina, non presenta danni strutturali, per cui qualunque ordinanza emettessimo come amministrazione comunale, per chiedere alla Regione un abbattimento, non troverebbe possibilità di attuazione, in quanto la struttura non è pericolante”, ha dichiarato il sindaco al termine del sopralluogo.

“Nel visitare l'edificio – ha aggiunto Gravina - abbiamo avuto modo di renderci conto di come, all’interno, vi fossero presenti evidenti segnali, riferibili alla frequentazione della struttura da parte di persone che riescono ad accedervi nonostante i divieti. Per questo, chiederemo subito alla Regione Molise di effettuare dei lavori di chiusura di una serie di varchi che abbiamo individuato nelle zone a piano terra, varchi che andrebbero murati per bloccare definitivamente gli accessi, in attesa che la Regione prenda una decisione definitiva sull’abbattimento di questo immobile”.

“Come amministrazione comunale, oltre a continuare a stimolare la Regione per un intervento definitivo e risolutivo sulla questione, continueremo a vigilare, insieme alle forze dell’ordine – ha concluso Gravina - perché la struttura non diventi ancor più un luogo frequentato abusivamente.”

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy