Isernia, Fantozzi smentisce la reunion con Iorio ma resta l’Opa sulla giunta d’Apollonio

Isernia, Fantozzi smentisce la reunion con Iorio ma resta l’Opa sulla giunta d’Apollonio

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il gruppo dei Popolari resta saldo, non senza ambizioni nell’esecutivo. Intanto Fabrizio rimarca l’opposizione di Forza Italia al nono assessore ed esorta il sindaco a rassegnare le dimissioni


ISERNIA. Ad un passo dall’ottenimento di un posto all’interno dell’esecutivo d’Apollonio, sui Popolari per l’Italia al Comune di Isernia spunta un nuovo rumors che li vorrebbe pronti a tornare ‘tra le braccia’ del vecchio dominus Michele Iorio. Ma il capogruppo in assise di palazzo San Francesco Gianni Fantozzi smorza le voci sul nascere: “L’adesione ai Popolari resta immutata”, afferma. Tuttavia, lascia uno spiraglio per il futuro, affidandosi alla mutevolezza della politica.
A non essere smentita, invece, è la trattativa in essere per l’allargamento della giunta, con un posto in palio proprio per lui, decano del Consiglio comunale, oppure per la quota rosa Vittoria Succi. Un posto che spetterebbe al gruppo in virtù del numero degli esponenti vantati nel consesso, ben 6. Rappresentanza che, alla luce degli attuali equilibri, sarebbe nelle condizioni di pretendere – e quindi di ottenere - più voce in capitolo. “Ho appreso dai giornali e dai telegiornali regionali – afferma Fantozzi in una nota - che il gruppo che mi onoro di rappresentare in Consiglio comunale stia ritornando alla casa madre, per dirla in breve con Michele Iorio. Preciso che il dialogo con esponenti di spicco della politica regionale – prosegue - non si è mai interrotto, ma pensare a un ritorno alle posizioni originarie affermo e preciso che non è argomento al centro dell’attuale dialogo politico. La scelta da noi fatta tempo fa, e mi riferisco all’adesione del gruppo dei Popolari per l’Italia, è immutata. È pur vero che in politica tutto può accadere e d’altronde basta guardare alle trasformazioni, alle composizioni e scomposizioni dei partiti nazionali per rendersi conto che tutto è in continuo divenire. Ma ipotizzare al momento un ingresso in giunta di un consigliere del nostro gruppo, a dare man forte all’attuale esecutivo in quota Popolari, per poi passare nel gruppo di Michele Iorio credo serva solo a riempiere le pagine dei giornali”.


raimondo fabrizio 111Se per Fantozzi la questione è così liquidata, non dello stesso avviso sembra essere il consigliere d’opposizione Raimondo Fabrizio. Questi non ha intenzione di sorvolare sul presunto ampliamento dell’esecutivo e, alla vigilia della riunione del Consiglio comunale con focus sull’operato degli assessori, definisce l’ipotesi “un furto alla città”. “Questa è l’amministrazione dei record – tuona l’esponente di Forza Italia – Da quando si è insediata abbiamo registrato una serie di risultati negativi, per non parlare dei passaggi dalla maggioranza alla minoranza e viceversa. Ed ora raggiungiamo anche un primato per quanto riguarda il numero degli assessori, dal quale deriva finanche un aumento dei costi, nonostante i proclami in senso contrario. La scelta di allargare la giunta è inconcepibile – ancora Fabrizio – Con l’aggiunta di un ‘giocatore’ non si cambiano le sorti di questa amministrazione. Il sindaco prenda atto del suo fallimento e rassegni le dimissioni”. E proprio sul primo cittadino Fabrizio rincara la dose: “Ha sempre affermato di non essere un politico, eppure si sta comportando da perfetto ‘politico della prima Repubblica’, che fa accordi con tutti pur di non andare a casa”. Quindi rimarca: “Il partito di Forza Italia resta all’opposizione”.
Parole che verranno verosimilmente replicate in aula, per un Consiglio – quello di domani pomeriggio - che si preannuncia ricco di scintille.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy